Kim Kardashian è stata la vittima di un “attacco” parecchio singolare: la diva dei reality show è infatti stata colpita da bombe di farina lanciate da un’attivista per la non violenza contro gli animali, perché in passato era stata paparazzata mentre indossava abiti in pelliccia. La sua reazione? L’ha presa sul ridere, ma lo ha anche definito un atto di bullismo nei suoi confronti.

Kim Kardashian è rimasta stupita dell’attacco e, in un’intervista concessa al sito TMZ, lamenta di come abbia subito un atto di violenza da parte di chi si dichiara contro la violenza. La star del reality sulla sua famiglia Keeping Up With The Kardashians ha dichiarato:

Galleria di immagini: Kim Kardashian And Reggie Bush

«È stato pazzesco? Ci ho riso su, mi sono spolverata, sono salita e mi sono asciugata. The show must go on. È triste però, qualunque siano le tue convinzioni… è un atto di bullismo e non lo promuovo. Non credo che persone di questo tipo dovrebbero agire con questo tipo di azioni.»

La Kardashian afferma inoltre di non essersi spaventata per l’accaduto:

«Sono rimasta piuttosto calma, avevo la security intorno a me. Nel momento in cui è successo, la sicurezza è accorsa. La mia squadra è composta da agenti, hanno tirato questa ragazza giù. Quando succede una cosa del genere, non te lo aspetti. Ho abbassato la testa, ho proseguito a camminare e mi sono detta: “Diamoci una scrollata”. Non sono stata presa in faccia, solo sulla giacca e sui capelli.»

Lo spiacevole, ma forse per qualcuno anche divertente, episodio ha però fatto scattare l’allarme per Kim Kardashian:

«Noi non vendiamo pellicce nelle nostre linee di vestiti. Quello che scelgo di fare nel mio tempo libero è una mia scelta personale. Stiamo migliorando la nostra sicurezza. Alla fine dei conti, se cerchi di promuovere la non-violenza verso gli animali, perché sei violento nei confronti degli esseri umani?»

Fonte: HollywoodLife