La moda è uno dei canali migliori attraversi i quali  far passare dei messaggi importanti. Succede sempre più spesso con l’ecologia – sono tante le case di moda che si convertono alle produzioni green – e anche con la solidarietà.

L’ultimo esempio è quello di Ilaria Venturini Fendi che ha creato una borsa Carmina Campus per aiutare le donne.

La borsa è stata disegnata da Ilaria Venturini Fendi su richiesta dell’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo, per la campagna END FGM contro le Mutilazioni Genitali Femminili, che ha il sostegno anche di Amnesty International e di altri numerosi partner europei.

Carmina Campus è un marchio nato dalla creatività di Ilaria Venturini Fendi, attraverso il quale si propone di realizzare borse, accessori e quant’altro utilizzando solo del materiale riciclato. Anche in questo caso, infatti, la borsa è realizzata con una zanzariera difettosa, ritagli e campioni-colore di pelle, e una lattina di alluminio che diventa la fessura di una sorta di salvadanaio dei petali. I petali di rosa sono proprio il simbolo della campagna anti-infibulazione.

La borsa sarà presentata al convegno Prevenire le mutilazioni dei genitali femminili. Sfide e impegni per l’Italia e l’Europa che si terrà a Roma il 18 ottobre dalle 9.00 nella sala Capitolare del Senato ad un gruppo informale di parlamentari per la salute globale e i diritti delle donne.