Spesso acquistare borse Chanel usate è l’unico modo che si ha a disposizione per possedere uno di quei accessori dal costo proibitivo che si sognano da sempre. D’altronde, il settore della moda di seconda mano è in continua crescita non solo nel resto d’Europa ma anche e soprattutto in Italia, dove le griffe sono acquistate nelle boutique solo da turisti russi e asiatici.

La key “borse usate” nell’ultimo anno è stata cercata su internet in media 8100 volte al mese in Italia, e 14.800 volte nel mondo. Sui marchi più ricercati primeggia la maison francese Louis Vuitton, seguita da Chanel; mentre le città italiane in cui si effettuano il maggior numero di ricerche sono, in ordine, Torino, Milano, Roma e Napoli.

Secondo alcuni dati, del resto, l’80% del nostro guardaroba rimane di fatto inutilizzato, il 15% viene indossato abitualmente e il 5% in occasioni speciali.

Per questo le boutique online dedicate all’usato di lusso non fanno che aprire, registrando ogni mese numeri da capogiro. Ecco le più famose dove poter comprare borse Chanel usate a prezzi competitivi.

Galleria di immagini: Borse Chanel: must have

  • Pioniere del settore è stato il francese Vestiarie Collective, fondato nel 2009. Dopo 7 anni, conta 4 milioni di membri, 1.500 marchi e riceve 3.500 nuovi oggetti al giorno, di cui circa 3mila vanno online dopo un’accurata selezione. Borse, scarpe e gioielli sono i best-seller per Vestiaire Collective. I brand più amati? Chanel, Hermès, Louis Vuitton e Prada.
  • È arrivato quest’anno in Italia Rebelle, il portale tedesco, lanciato nel 2013, che si configura come un punto di ritrovo per i privati che possono così “liberarsi” del superfluo e, allo stesso tempo, guadagnare. Con il rassicurante supporto di un team di esperti che garantisce autenticità e buone condizioni delle borse Chanel usate e non solo. Insomma, un ottimo servizio di svuota e riempi armadio, che regge il suo business trattenendo una percentuale sulla vendita, in media dal 25% al 40% del prezzo.
  • The Real Real è un altro gigante del settore da 4 milioni di membri, lanciato nel 2011 a San Francisco da Julie Wainwright, veterana della Silicon Valley, e che ha chiuso il 2015 con ricavi per 200 milioni di dollari, il doppio rispetto al 2014. Punto di forza di TheRealReal è il suo “White glove service”, che implica che un esperto dell’azienda venga mandato a casa di un venditore, lo aiuti nella valutazione e prenda in carico l’oggetto, tutto gratis. Quasi tutti gli altri store, invece, chiedono al venditore di occuparsi della spedizione.
  • Fra gli ultimi nati c’è anche The Luxury Closet, fondato a Dubai nel 2012 da Kunal Kapoor. In quattro anni ha ricevuto 3,8 milioni di dollari di finanziamenti da diversi fondi, ha 200mila membri e vende circa 2500 articoli a settimana, soprattutto Chanel, Louis Vuitton, Hermès, Louboutin.
  • Duecentomila sono anche i membri di Privategriffe, startup italiana lanciata nel 2012 a Milano e inserita dall’Osservatorio Startup Hi-Tech del Politecnico di Milano fra le più interessanti del fashion. Privategriffe è riuscito ad abbassare la percentuale trattenuta al rivenditore a una media del 20% garantendo controlli di qualità solo per oggetti dai 200 euro in su, anche se un check è sempre previsto su richiesta.
  • Portero è un marketplace americano di borse, gioielli ed orologi, specializzato in Hermès, Rolex, Cartier e Chanel. Per le più esigenti il sito offre il servizio “Find It For Me”: chiedi e loro cercano per te. Il plus? Si può pagare anche a rate.
  • Selezionato come Top 5 Vintage Website del 2015 da Harper’s Baazar, Rewind offre un’ampia selezione di borse vintage e “pre-loved” di Hermès, Chanel e Louis Vuitton. Collabora con i migliori department store del lusso, da Harvey Nichols a Selfridge’s, per i quali cura la loro vintage collections.
  • Hardly ever worth it è tra i siti di riferimento per vendita e acquisti second hand di lusso. La sezione saldi è sempre attiva e allettante e la semplicità del suo sistema rende lo shopping facile e veloce.
  • Da Malleries si trovano invece borse di lusso – ma anche accessori, abbigliamento, scarpe, gioielli e orologi –  rigorosamente originali, autenticati e di seconda mano. Tra i marchi più prestigiosi si trovano borse usate Chanel, Hermés, Louis Vuitton, Bottega Veneta, Dior.