Per le amanti della moda le borse vintage sono un accessorio di culto, un punto di arrivo di un percorso di passione che attraversa gli anni per giungere a modelli che sono diventati vere e proprie icone, frutto della creatività delle maison più importanti e della loro capacità di cogliere un gusto senza tempo, immortale. Nell’infinita e appetibile produzione delle Casa di moda storiche, ecco 5 modelli da acquistare per chi ha deciso di scoprire l’universo delle borse vintage.

Galleria di immagini: Borse vintage, 5 modelli da acquistare

  1. Chanel 2.55. Più che una borsa, un mito: indossare un accessorio pensato e ripensato da Coco Chanel, infatti, non ha prezzo. La 2.55 deve il suo nome alla sua data di nascita (è stata prodotta per la prima volta nel febbraio del 1955) ed è nata per essere capiente, elegante e soprattutto lasciare libere le mani delle donne grazie alla tracolla. La catena intrecciata con la pelle e le doppie “C” sulla chiusura, invece, si devono a Karl Lagerfeld che ha rilanciato il modello ormai 40 anni fa. La versione di Lagerfeld è rinominata 2.55 classic flap, conosciuta anche come 2.88.
  2. Hermès Kelly. La Kelly Bag è nata nel 1937, e anche se ottenne subito successo, bisogna aspettare circa vent’anni prima che venga battezzata con il nome che ancora oggi utilizziamo. Nel 1956 Grace Kelly cercava di nascondere il pancione per la gravidanza di Carolina dietro la sua borsa Hermès: la foto finì sulla copertina di Life e la Kelly entrò nella storia. Realizzata in 7 diverse misure, dalla mini Kelly (molto rara per il mercato del vintage) alla Kelly 32, la più capiente e amata dalle star.
  3. Louis Vuitton Speedy. Il bauletto Speedy, versione compatta ma spaziosa della borsa da viaggio Keepall è da scegliere senz’altro nella classica versione in tela Monogram, perfetta per trasportare tutto l’essenziale quotidiano. Il modello risale agli inizi degli anni Trenta, mentre la più piccola della famiglia, la Speedy 25, è nata alla metà degli anni Sessanta quando Audrey Hepburn chiese alla maison di realizzarle un borsa di dimensioni più piccole, per portarla con praticità in giro per il mondo.
  4. Gucci Jackie. Creata per la prima volta negli anni Cinquanta, la borsa Jackie O  è un classico immediatamente riconoscibile per la sua forma arrotondata e per la sua chiusura. Il modello prende il nome da Jacqueline Kennedy Onassis, che fu fotografata diverse volte mentre la indossava, quando lavorava come consulting editor da Doubleday. Questo classico di Gucci diventa il suo compagno fedele e mostra il suo potenziale come l’accessorio perfetto per una donna che lavora e alla ricerca di comfort e eleganza.
  5. Prada Bowler Bag. Bastano dieci anni per considerare vintage una borsa. Impossibile, allora, parlando di Prada, non pensare alla Bowler Bag, lanciata per la collzione Primavera Estate 2000 e già con un tocco retro grazie alle sue forme morbide e rotonde. Un modello che non passa mai di moda, per un look ironico e sofisticato al tempo stesso, ma anche molto giovanile.