Outfit raffinati e rigorosi quelli proposti da Bottega Veneta per la stagione primavera estate 2013. Tomas Maier, direttore artistico del fashion brand italiano, aggiunge al classico stile bon ton sofisticati tocchi zingareschi che ricreano un look d’altri tempi.

I fiori sono gli indiscussi protagonisti della collezione che ritroviamo principalmente su stampe, ma anche come applicazioni in 3D su pizzi decorati.

I tagli sono sartoriali, gli scolli mai audaci, le gonne longuette leggermente svasate e le spalle rinforzate.

I tessuti fluidi come sete, chiffon e georgette rivelano le forme cadendo morbidi sul corpo; cotone, lana e cachemire sono utilizzati per creare volumi.

La palette cromatica è delicata e con tocchi retrò: troviamo il rosa cipria, il bianco antico, il rosso carminio, il gesso, il rosa salmone e il classico nero.

Oltre ai fiori, i capi sono arricchiti da applicazioni eleganti come il pizzo, micro borchiette e paillettes.

Tra le borse più interessanti della collezione Bottega Veneta primavera estate 2013 troviamo una maxi pochette e l’iconica valigetta Studio Bag reinterpretata con manico a tracolla.