Brad Pitt e Kirsten Dunst sono stati eletti attori dell’anno dalla National Society of Film Critics; l’associazione di critici cinematografici americani ha inoltre votato “Melancholia” di Lars Von Trier, che vede la bionda attrice protagonista, come pellicola dell’anno.

Brad Pitt ha vinto il titolo di migliore attore del 2011 grazie alle sue interpretazioni nello sportivo “Moneyball”, pellicola in uscita nelle sale italiane il 27 gennaio con il titolo “L’arte di vincere”, e in “The Tree of Life” di Terrence Malick.

Galleria di immagini: Kirsten Dunst

Kirsten Dunst si è invece presa i voti dei critici per la sua intensa interpretazione nel controverso “Melancholia“, che è stato scelto come migliore film dell’annata appena terminata davanti a “The Tree of Life” e all’iraniano “Una separazione”, gli altri due film più votati.

Brad Pitt ha invece battuto la concorrenza di Gary Oldman (protagonista di “La talpa – Tinker, Tailor, Soldier, Spy”) e del francese Jean Dujardin (“The Artist”), gli altri due attori più apprezzati dai critici americani, mentre Kirsten Dunst ha superato la coreana Yun Jung-hee (“Poetry”) e la veterana {#Meryl Streep} (“The Iron Lady”).

Tra gli altri premiati dall’associazione c’è anche Jessica Chastain, miglior attrice non protagonista per le sue interpretazioni in “The Help”, “Take Shelter” e accanto a Pitt in “The Tree of Life”; come migliore attore non protagonista è invece stato scelto Albert Brooks per “Drive“. Successo anche per “Una separazione”, che ha vinto per la miglior sceneggiatura e come miglior film straniero. Miglior documentario, infine, è risultato “Cave of Forgotten Dreams” di Werner Herzog. La corsa ai prossimi premi Oscar dunque prosegue, con “Melancholia” che vede rialzarsi le sue quotazioni.

Fonte: EntertainmentWeekly