Brad Pitt, attualmente al cinema con “Bastardi Senza Gloria” di Tarantino, avrebbe aperto le trattative per ricoprire il ruolo di Moriarty nel sequel di Sherlock Holmes, pellicola diretta dal regista scozzese Guy Ritchie.

Il primo episodio della saga inerente il famoso investigatore apparirà nelle sale a Natale. La produzione, tuttavia, è già all’opera per l’elaborazione del sequel, in modo da contenere investimenti e costi di distribuzione. Sebbene la presenza di Pitt non sia stata ancora formalmente confermata, sembra che l’accordo sia già stato raggiunto.

Il film, oltre alla presenza di Brad Pitt, può contare su un cast internazionale di tutto rispetto. Vedremo, infatti, Robert Downey Jr. nei panni di Holmes, Jude Law in quelli di Watson e Rachel McAdams nel ruolo di Irene Adler.

Il progetto, finanziato da Warner Bros, si propone di fidelizzare i fan sfruttando la grande varietà di materiali che da sempre caratterizzano le vicende di Sherlock Holmes. Proprio per questo motivo, non risulta fuori luogo la decisione di iniziare la stesura del sequel ancora prima dell’arrivo del primo episodio nelle sale.