Dopo settimane di estenuanti trattative, la Summit Entertainment ha confermato tutto il cast originario di “Twilight” per il quarto film della saga, “Breaking Dawn“.

Così i problemi con i membri della famiglia Cullen sembrano essersi risolti.

Secondo Hollywood Reporter, Kellan Lutz e Ashley Greene, rispettivamente nei ruoli di Jasper e Alice Cullen, chiedevano inizialmente un salario pari a 2,5 milioni di dollari per “Breaking Dawn”.

La richiesta era sembrata fin dall’inizio esagerata e la Summit si era affrettata a dichiarare che era pronta a cambiare alcuni personaggi del cast.

La cifra esatta del compenso raggiunto ancora non si conosce, ma sicuramente sarà minore rispetto alle pretese esose dei due attori.

La Summit ha ufficialmente dichiarato:

“Ritorneranno per “Breaking Dawn” tutti i membri della famiglia Cullen, quali Peter Facinelli, Ashley Greene, Kellan Lutz, Jackson Rathbone, Elizabeth Reaser, e Nikki Reed. A questi si aggiunge Billy Burke nel ruolo di Charlie Swan, il padre di Bella”.

Naturalmente per “Breaking Dawn” sono stati confermati i protagonisti principali, Robert Pattinson, Kristen Stewart e Taylor Lautner, come il regista Bill Condon.

La vera novità potrebbe essere che, se “Breaking Dawn” fosse diviso in due film, per la prima volta nella storia cinematografica di “Twilight”, due pellicole sarebbero dirette dallo stesso regista.

Comunque, i fan dei membri della famiglia Cullen possono tranquillizzarsi: Alice e Jasper sono pronti a ritornare sul set per una nuova avventura di “Twilight”.