Nel corso dell’intervista a Entertainment Weekly, che dedica a “Breaking Dawn” la copertina del nuovo numero, Kristen Stewart si è dichiarata contro l’aborto. L’attrice infatti appoggia in pieno la decisione presa dal suo personaggio nel film di tenere il bambino e non rinunciare alla gravidanza, nonostante i rischi che questa possa comportare.

Per poter assistere a uno dei film più attesi dell’anno (insieme al capitolo finale di “Harry Potter“) dovremo aspettare ancora fino a novembre, ma sul magazine americano EW cominciano a uscire nuove indiscrezioni e immagini dal set. La Stewart ha parlato a proposito della scena con cui si dovrebbe concludere la prima parte di “Breaking Dawn”, quella della nascita di Renesmee (Mackenzie Foy), la figlia di Bella ed Edward (Robert Pattinson).

Galleria di immagini: Nuove foto da Breaking Dawn

Al proposito, la 21enne Kristen ha raccontato alla rivista:

“Questo sarebbe potuto succede a chiunque della mia età. Intendo, forse l’intera faccenda dei vampiri no, ma tutto il resto sì. Non mi sono mai sentita come se mi chiedessi: “Oh, come potrei mai interpretare una parte del genere? Va così oltre la mia età!”, ma è più come se pensassi: “Veramente no. Potrei rimanere incinta anche io domani stesso”.

(ATTENZIONE SPOILER) La giovane attrice difende inoltre la scelta del suo personaggio di tenere il bambino, nonostante sia una minaccia per la vita della stessa Bella:

“Sono completamente dalla parte di Bella. L’idea di distruggere qualcosa che lei ed Edward hanno creato insieme e che potrebbe non succedere di nuovo… Non ha niente a che fare con la faccenda pro-vita. Adoro solo l’idea della sua battaglia. Lei è disposta a morire anche in altre occasioni, ma qui la vedrete letteralmente morire per essa.”