Breaking Dawn: I Parte “, il quarto capitolo della famosa saga romantico-vampiresca di “Twilight”, arriverà nelle sale solo il 18 novembre 2011. Il film, che sarà diretto da Bill Condon, vede il ritorno sul set dei protagonisti Robert Pattinson, Kristen Stewart e Taylor Lautner.

Molti dubbi e perplessità circondano questo film. Infatti, i fan della saga sono molto preoccupati riguardo l’adattamento cinematografico del romanzo da cui è tratto il film. Il romanzo descrive dettagliatamente alcune scene di sesso tra i due protagonisti che una volta trasportate sul grande schermo rischierebbero la censura agli under 16. Inoltre il romanzo è molto articolato e sarà diviso in due pellicole.

Nei mesi scorsi sia il regista Bill Condon che la sceneggiatrice Melissa Rosenberg avevano cercato di tranquillizzare i fan dichiarando che non ci sarebbe stata alcuna censura. Adesso il produttore del film, Wyck Godfrey, in una recente intervista a USA Today, è ritornato a parlare del film.

A proposito della questione del divieto ai minori di 16 anni, il produttore ha così dichiarato:

Il pubblico della saga di Twilight è per la maggior parte sotto i 18 anni e sarebbe un crimine contro i nostri fan fare un film vietato. Tuttavia, Breaking Dawn è basato su un libro molto più maturo. Dobbiamo progredire ed essere più sofisticati.

Riguardo le scene più critiche, cioè quella del parto e della luna di miele, il produttore rassicura:

Vedremo la scena del parto dal punto di vista di Bella, Lei vede tutto attraverso una foschia, sta soffrendo e c’è confusione attorno a lei. Noi vediamo solo quello che vede lei.

Invece, riguardo la scena d’amore tra Robert e Kristen, aggiunge:

Anche se la loro relazione fisica va aldilà di quello che abbiamo visto nei primi tre film non diventa soft porno. Ha una parte importante nel film, romantica e sensuale.

Secondo quanto riferito da Godfrey, il primo film si concluderà quando Bella Swan inizierà il suo viaggio nella trasformazione da umana a vampiro e s’incentrerà:

sul matrimonio, la luna di miele e la nascita di Renesmee. La storia, inoltre, si staccherà da Bella e seguirà Jacob per tutto il film mentre combatte con il suo dilemma.

Nonostante le affermazioni rassicuranti del produttore, i dubbi restano: “Breaking Dawn” rischia la censura?