Breaking Dawn Parte 2 è uscito nelle sale da una settimana e ha avuto un successo senza precedenti nella storia della saga, almeno finora. Ma l’ultimo capitolo con Robert Pattinson e Kristen Stewart era davvero necessario o la saga si sarebbe potuta fermare a quota quattro senza che cambiasse troppo il risultato?

Galleria di immagini: Breaking Dawn parte II: nuove immagini dalle clip

Breaking Dawn Parte 2 inizia esattamente dove avevamo lasciato la prima parte, cioè dal risveglio di Bella/Kristen Stewart ora finalmente vampira. La prima parte del film si concentra su lei ed Edward/Robert Pattinson liberi, di nuovo finalmente, di godersi il loro amore, con qualche spazio in più dedicato ai personaggi finora secondari, vedi il braccio di ferro con Emmett/Kellan Lutz.

Tutto fila liscio, e un po’ a rilento, fino alla scoperta che i Volturi stanno arrivando a minacciare le vite di tutti. A questo punto entra in scena una massa di vampiri i cui poteri sono presentati qua e là a sprazzi, ma sono troppi per presentarli tutti. E della storia d’amore tra Robert e Kristen non c’è quasi più traccia.

E poi la battaglia finale, spoiler alert, che si risolve come nel libro in un nulla di fatto, ma solo dopo averci presentato quello che sarebbe potuto succedere, come diceva giusto ieri l’autrice Stephenie Meyer. Tutto sommato una trama non proprio densa, che a questo punto si sarebbe potuta condensare facendo tutt’uno con la prima parte in un unico film di 3 ore.

Certo in Breaking Dawn Parte I si concentrava sul storia romanticissimo matrimonio e la romanticissima, e divertente anche, luna di miele, e forse c’erano già elementi sufficienti, ma questa seconda parte sembra un po’ esile. Voi cosa ne pensate?

Fonte: DailyNews