Se la vita della reginetta del pop Britney Spears fosse un film o una serie televisiva, di sicuro rientrerebbe a pieno titolo nella categoria “stranezze da star”.

Dopo diversi anni di voci e pettegolezzi su Britney e le sue cattive abitudini, sui figli, sul fallimento del matrimonio e sulla sua instabilità mentale, sembra che ora sia stato messo tutto a tacere per lasciare spazio a un desiderio.

Britney Spears ha deciso che vuole farsi ibernare dopo la sua morte. Spera, infatti, quando in un futuro non troppo lontano le tecnologie lo consentiranno, di poter tornare a vivere. Che assurdità, penseranno in molti.

Eppure sembra che negli ultimi anni l’ibernazione, altrimenti detta “crioconservazione post-mortem“, sia una tendenza che si sta diffondendo molto velocemente, specialmente tra le personalità eccentriche e bizzarre del mondo dello spettacolo, come Paris Hilton che ha deciso di farsi congelare insieme ai propri cagnolini.

La cosa è resa possibile da diverse società americane e quella a cui si è rivolta Britney Spears si chiama Alcor Life Extension Foundation e si trova in Arizona.

Sembra, infatti, che con tale società la cantante sia in procinto di stipulare un accordo che prevede, alla sua morte, la completa ibernazione fino a data da destinarsi.

La reginetta del pop, però, non ha ancora fatto i conti con papà Jamie che, in seguito all’instabilità della figlia, ha ottenuto la completa amministrazione dei suoi beni.

I discorsi etici sull’argomento potrebbero essere potenzialmente infiniti, ma per il momento non ci resta che attendere di sapere se Jamie Spears deciderà di regalare il dono dell’immortalità alla figlia Britney.