Il bruciore intimo femminile è uno dei problemi più fastidiosi in cui una donna possa incorrere. Alla base della sua manifestazione possono esserci svariate cause ma tutte sono accomunate dal fatto che l’apparato genitale femminile è facilmente soggetto ad infezioni ed è molto delicato. Nonostante la massima attenzione che gli si dedica, infatti, non è difficile incorrere in uno dei motivi che generano e poi alimentano il bruciore intimo.

Le cause possono essere di tipo igienico, sessuale o patologico. A ogni modo vi sono tante cure per porre rimedio al bruciore intimo: si può disporre sia di farmaci efficaci sia di prodotti naturali. Grazie ad alcuni consigli da seguire poi, è possibile ridurre al minimo il rischio di incorrere in questo fastidiosissimo problema, che non riguarda solo il mondo femminile ma in parte anche quello maschile.

Le probabili cause

Il bruciore intimo può essere interno oppure esterno. Spesso, nella maggior parte dei casi, è associato anche ad altre manifestazioni sintomatiche. Fra le più comuni e frequenti vi sono il dolore, perdite vaginali, prurito,  dispareunia, minzione dolorosa oppure eruzioni cutanee.

Le cause del bruciore intimo possono essere davvero varie. Per tale ragione, sarebbe opportuno rivolgersi ad un medico specialista nel caso il disturbo persistesse o tendesse a ripresentarsi. Potrebbe essere infatti sintomo di un’infezione vaginale come clamidia oppure vaginosi batterica; di una cistite; di infezioni virali come il papilloma virus oppure l’herpes vaginale; o ancora, potrebbe essere la spia di allarme che avverta su una probabile infezione micotica come la candida.

Altre cause del bruciore intimo femminile possono essere la scarsa o scorretta igiene intima, l’uso di prodotti per l’igiene personale che possono provocare allergie o irritazione, i tessuti della biancheria intima indossata.

Cura con farmaci

Il bruciore intimo si può curare farmacologicamente ma soltanto dopo che un medico abbia accertato le cause del bruciore e abbia quindi individuato la terapia più adatta al caso specifico. La cura muta infatti in base alla causa che provoca il fastidio. A ogni modo i principi attivi più utilizzati per curare il bruciore intimo (soprattutto in caso di infezione micotica come la candida) sono clotrimazolo, econazolo e itraconazolo. In caso di infezione batteriologica il medico potrebbe consigliare anche gli antibiotici.

Rimedi naturali

Per curare il bruciore intimo che non è causato da patologie o per prevenirne la comparsa, ci si può affidare ad alcuni rimedi naturali. Fra i lenitivi naturali più efficaci vi è la camomilla, che può essere utilizzata con degli impacchi, così come può essere utilizzato lo yogurt bianco intero. Per l’igiene intima si possono utilizzare aceto bianco e acqua.

Foto: Young woman stroking her belly becouse of bellyache – Shutterstock