Il Brunch Bambini a Roma è un modo divertente di trascorrere insieme ai propri figli la domenica magari in un ristorante in centro. Il brunch (commistione di breakfast e lunch), arrivato da noi direttamente dagli Stati Uniti, non è altro che un pasto servito in molti locali tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio tipico della domenica, quando ci si alza più tardi del solito e non si ha voglia di aspettare fino all’ora di pranzo per mangiare qualcosa.

A tavola non devono mai mancare uova, bacon, torte salate, pancakes, caffè americano e succo di arancia.

Questa moda, tipica dei paesi anglosassoni, negli ultimi anni ha conquistato anche la Capitale, con proposte allettanti non solo nei locali del centro storico ma anche in quelli di Monti, di Trastevere, del Pigneto e di Testaccio, quartieri che da tempo si sono consacrati alla movida e alla buona ristorazione.

Districarsi tra le tante proposte di Brunch Bambini a Roma può non essere facile. Ecco allora una selezione dei migliori secondo Diredonna.

  • Il Bar del Fico ogni domenica (dalle 12.30 alle 15.30) ospita l’ormai tradizionale appuntamento con il brunch nella sua accogliente veranda. Sono oltre 40 le proposte a scelta tra preparazioni salate e dolci. Giuseppe Claudio Fruci, executive chef del Bar del Fico, ha studiato un buffet con differenti angoli dedicati alle tante proposte della cucina. Ogni piatto è pensato per accontentare gli adulti e, al tempo stesso, per andare incontro al gusto dei bambini. Le famiglie possono usufruire del servizio gratuito di animazione per i più piccoli, che possono mangiare e divertirsi con attività ludiche svolte con personale specializzato. I bambini possono, inoltre, usufruire dello sconto a loro riservato per il buffet del brunch.  Il costo è di 18 euro per gli adulti, bevande escluse, e di 12 euro per i bambini. Bar del Fico, via della Pace, 34/36.
  • Un angolo di New York a Testaccio? È al Rec23, dove sabato e domenica è tempo di brunch: buffet salato con piatti preparati sul momento, buffet di dolci, acqua, succo d’arancia, succo d’ananas e caffè americano. Nel menu ci sono lasagna pomodoro e basilico veggie, uova strapazzate, alette di pollo in Salsa BBQ, bufala DOP, caponata di verdure, focacce e insalate. Tra i dolci, cheesecake, crostata di marmellata, tozzetti, donuts e pancakes. Il sabato spazio al Bimbi Brunch, con il laboratorio didattico a cura delle WorkInProject. Rec 23, piazza dell’Emporio, 2.
  • Sempre a Testaccio, al Ketumbar, il sabato e la domenica il brunch è bio. Dagli antipasti ai dolci, il buffet è sempre diverso, a seconda della stagionalità dei prodotti. Si trovano vellutate e zuppe, cous cous, polenta taragna, frittelle, hummus, merluzzo gratinato, focacce con i cereali, insalate e anche piatti vegan. Il tutto accompagnato da vini (anche biologici) e birre artigianali. Da Ketumbar il brunch è anche baby friendly con uno spazio interamente dedicato ai più piccoli, animazione da parte di assistenti qualificate e menu dedicato. Ketumbar, via Galvani, 24.
  • Il brunch da Lola, il ristorante caffetteria situato all’interno di Villa Flaminia, è un appuntamento domenicale dove la varietà del cibo, gli spazi all’aria aperta e la cortesia la fanno da padroni: ampio buffet di primi e secondi, carne, pesce e verdure, buffet di dolci e frutta. Il menù include centrifughe self service e nescafé. Per i più piccoli è disponibile un menu kids, l’animazione ed altri eventi speciali. Lola, via Flaminia, 305.
  • Al Vivi Bistrot si può scegliere tra il menù brunch vizioso bio con uova strapazzate, bacon, toast, yogurt con muesli e miele, pancakes con sciroppo d’acero e caffè americano oppure ordinare altre prelibatezze à la carte. Il tutto si può gustare ai tavolini del bistrot immersi nel verde di Villa Pamphili oppure sul prato del parco come picnic. Stessi orari e stessi prezzi per la sede di Palazzo Braschi a piazza Navona, dove il brunch prevede succo, caffè, bagels con uova con bacon, yogurt con muesli, pancake con sciroppo d’acero. Vivi Bistrot, Villa Doria Pamphili (ingresso di via Vitellia 102).