Parole dure e termini molto coloriti da parte di Bruno Vespa nei confronti del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il conduttore di “Porta a Porta”, in merito alle ultime vicende politiche italiane, ha criticato l’operato e l’atteggiamento troppo “quieto” di Berlusconi nei confronti delle riforme promesse agli elettori:

Berlusconi se campa ancora due anni politicamente, deve avere il coraggio di mettere le palle sul tavolo e di fare le grandi riforme, altrimenti, siccome il problema della quarta settimana non ce l’ha, è meglio che se ne vada.

Sicuramente i fan di “Porta a Porta” saranno rimasti a bocca aperta nel sentire le dichiarazioni del giornalista che, in genere, non appariva in contrasto con il Governo. Tutti coloro che giudicavano affrettatamente Vespa, convinti che il presentatore parteggiasse per Berlusconi, dovranno ricredersi.

Come stoccata finale, Vespa ha dichiarato di aspettarsi delle riforme efficaci da parte del Governo, quantomeno per soddisfare le aspettative degli italiani:

Deve dare senso al suo governo, credo che questa sia la sua ultima occasione. Se Berlusconi fa le grandi riforme, mettendoci anche la testa, allora infine potrà dire: io almeno ci ho provato, auguri al prossimo.

Che la dichiarazione di Vespa sia anche una reazione per sfatare le dicerie sul legame con Berlusconi?