Per bruciare calorie e dimagrire si dovrebbe mangiare la buccia di mela, un vero e proprio toccasana contro l’obesità: è quanto rivela un recente studio condotto dal Fraternal Order of Eagles Diabetes Research Center dell’Università dell’Iowa, negli Stati Uniti.

In pratica, attraverso la relativa sperimentazione i ricercatori hanno scoperto che la buccia di mela promuoverebbe una forte attività brucia calorie se assunta all’interno di una dieta ricca di grassi. Responsabile di quest’accelerazione sarebbe l’acido ursolico, che gioca secondo gli scienziati un ruolo importante nell’aumento del numero delle calorie bruciate, nonché nella riduzione della nascita di problemi legati alla salute quali ad esempio obesità, malattie del fegato e pre-diabete.

Se di recente altri ricercatori hanno fatto sapere che la buccia del mango ha proprietà dimagranti, la buccia di un altro frutto va dunque ad aggiungersi alla lista di quegli alimenti che andrebbero assunti in una dieta dimagrante, così che favoriscano la perdita di peso. Quella della mela, infatti, pare aumenti le capacità dell’organismo di bruciare le calorie, e pertanto si rivela piuttosto utile in un regime alimentare ipocalorico volto soprattutto alla lotta contro l’obesità.

La correlazione tra l’aumento del grasso bruno e una diminuzione dei livelli di obesità, zuccheri e lipidi nel sangue è stata già più volte oggetto di analisi di altre sperimentazioni, e dunque viene confermata con questa nuova ricerca. I test sono stati condotti su dei topi ma in futuro l’azione dimagrante prodotta dall’acido ursolico dovrebbe essere dimostrata anche negli esseri umani. Il consiglio è dunque quello di lavare per bene le mele e mangiarle così, senza sbucciarle: oltre a togliere il medico di torno, una mela al giorno potrebbe anche aiutarci a ritrovare la linea.