Bud Spencer torna in TV, come anticipato qualche mese fa, per interpretare un commissario ora in pensione, che oltre a gestire un ristorante a Ischia aiuta il figlio adottivo, anch’esso commissario, a risolvere dei casi d’omicidio.

Proprio nell’isola campana è ambientata la nuova serie TV di Canale 5, “I delitti del cuoco“, che andrà in onda in prima serata dal 21 aprile.

La serie TV è nata da un progetto ispirato a Nero Wolfe, personaggio di Rex Stout, ed è prodotta dalla Smile, casa di produzione del figlio di Bud Spencer, Giuseppe Pedersoli, con la sceneggiatura di Carlotta Ercolino e la regia di Alessandro Capone.

Racconta l’attore, ex olimpionico e campione italiano di nuoto:

Interpreto un ex commissario che ha aperto un ristorante a Ischia e che vorrebbe godersi lì la vecchiaia. Il vero commissario dell’isola, interpretato da Enrico Silvestrin, finisce per risolvere i casi proprio al ristorante, che diventa una dependance del commissariato.

La serie TV si articola in tredici puntate e racconta la storia di un ex poliziotto, Carlo Banci, che arrivato alla pensione si ritira sull’isola di Ischia e apre un ristorante. Qui conosce un ex rapinatore, interpretato da Giovanni Esposito, una truffatrice, Monica Dugo e una donna che ha passato molti anni in carcere, Monica Scattini.

Tra un piatto di portata e l’altro, Bud Spencer indaga dando una mano al commissario di polizia, Enrico Silvestrin, che conosce molto bene avendolo allevato dopo che il padre naturale ha perso la vita in servizio.

“I delitti del cuoco” è una delle serie TV più attese della stagione. Dodici episodi gialli per un totale di sei serate, ricche di ironia e comicità, con un cast d’eccezione e lo scenario della suggestiva isola di Ischia.