Nel 1953, a Chicago, un uomo allora 27enne di nome Hugh Hefner diede vita a Playboy, la prima rivista rivolta prevalentemente al pubblico maschile eterosessuale, che riscosse successo in tutto il mondo, e fu un trampolino di lancio per moltissime donne dello spettacolo.

Da Marilyn Monroe, che apparse sulla copertina del primo numero, per poi passare da Madonna, Charlize Theron, Carmen Electra, Naomi Campbell, Carla Bruni, Iva Zanicchi, fino addirittura a Marge Simpson.

Dalla rivista venne sviluppata poi la Playboy Enterprise, società quotata in borsa, che si occupa tutt’ora dell’intrattenimento per adulti attraverso ogni tipo di media.

Oggi si celebra l’apertura del primo Playboy Club, sempre a Chicago, che ha rivoluzionato il concetto di intrattenimento e vita notturna a livello mondiale, portando a conoscenza di tutti il significato del logo rappresentante la testa stilizzata di un coniglio con un farfallino da smoking.

Il compleanno verrà festeggiato stasera con 50 party in selezionatissimi locali in 50 diverse città del mondo. In Italia l’evento avrà luogo alla Pineta di Milano Marittima con la presenza della coniglietta Sarah Nile, concorrente dell’ultima edizione del Grande Fratello.

Nonostante il caro Hugh abbia ormai 84 anni, ha avuto un’ idea che ha rivoluzionato la sua vita e probabilmente, anche quella di molte altre persone. A distanza di 50 anni la sua trovata si posiziona sulla cresta dell’onda e chissà per quanto tempo ci rimarrà ancora.