I latini e i greci l’avevano capito prima e meglio di noi: la dieta mediterranea è un modello nutrizionale, se non addirittura uno stile di vita, che apporta benefici alla salute e lo fa nel rispetto dell’ambiente. Oggi molti di noi hanno dimenticato questi principi basilari ed è per questo che, da oggi a domenica, Roma ospiterà la manifestazione “Buono per te e sostenibile per l’ambiente”.

La manifestazione, organizzata da Legambiente e da Barilla, si terrà a Piazza San Giovanni, che per l’occasione verrà trasformata in un vero e proprio villaggio dedicato alla alimentazione e alla sostenibilità, in modo da mostrare ai visitatori, attraverso un percorso ludico e interattivo, l’impatto ambientale e nutrizionale che hanno le nostre scelte alimentari.

Oggi i supermercati sembrano dei giganteschi frigoriferi di una donna incinta, pronti a soddisfare con i loro prodotti le voglie più strane: fragole d’inverno, uva a capodanno e chi più ne ha più ne metta. Ma quanto costa questo al nostro pianeta?

È quello che i visitatori scopriranno in questo viaggio interattivo e gastronomico. La manifestazione ha, infatti, lo scopo di mostrare qual è l’impatto ambientale che hanno le nostre scelte alimentari e di mostrare le possibili alternative.

I visitatori saranno invitati a fare la spesa, come in un normale supermercato e poi all’uscita riceveranno

Uno scontrino che descriverà il contributo in termini nutrizionali e di impatto ambientale, mettendo in luce l’Impronta Ecologica, ovvero i metri quadrati di terreno necessari per produrre e consumare gli alimenti scelti.

Quanto all’alternativa, come dicevamo prima i latini ci hanno lasciato un’eredità che a breve diventerà patrimonio mondiale immateriale dell’umanità: ladieta mediterranea. Questa, con la sua piramide alimentare, si sposa benissimo con quella che è la piramide ambientale.

Affiancando la Piramide Alimentare della Dieta Mediterranea a quella Ambientale (una Piramide rovesciata), emerge chiaramente come “la natura fa le cose per bene”. Alla base della piramide alimentare ci sono gli alimenti che si suggerisce di consumare con più abbondanza e frequenza. Man mano che si sale verso il vertice, quelli che andrebbero consumati con frequenza e quantità minori. Al contrario, nella Piramide Ambientale, in alto ci sono gli alimenti che hanno un’Impronta Ecologica maggiore, cioè hanno un maggior impatto sull’ambiente e in basso quelli il cui ciclo di vita ha un’impronta ecologica più leggera.

Emerge chiaro che una sana e corretta alimentazione è “Buono per te e sostenibile per l’ambiente“.