Ultimamente la maggior parte delle aziende Usa hanno un obiettivo in comune: fuggire dagli States per risparmiare sulle tasse (record di richiesta di rateizzazione delle tasse in Italia: scopri di più). Secondo il Tesoro Usa, il risparmio fiscale dei colossi che hanno adottato le “inversion“, ovvero le pratiche di acquisire target posizionati in Paesi a fiscalità più vantaggiosa per poi mettervi il domicilio dell’intero gruppo, dal 2012 è già stato di 1 miliardo di dollari.

Un esempio di questo fenomeno è quello di Burger King, la catena di Fast Food concorrente di McDonald’s: il colosso degli hamburger sta infatti tentando di trasferire il suo quartiere generale in Canada tramite l’acquisizione delle caffetterie di Tim Hortons (ecco l’hamburger più grosso del mondo). Questa operazione porterebbe alla creazione della terza catena di fast food al mondo, ma soprattutto permetterebbe all’azienda di sfruttare il tax rate del 26,5% offerto dal Canada, contro il 40% circa di Washington e dintorni (scopri qual è la miglior azienda per lavorare negli Usa).

photo credit: Moe_ via photopin cc