Carrie Bradshow in “Sex and the City” incarnava quello che è il sogno di quasi tutte le donne: avere la cabina armadio più grande e fornita del mondo, per poi perdersi all’interno di essa ed essere circondate da tutto ciò che si è “faticosamente” trovato. Racchiuso in quelle quattro mura vi è parte del mondo dell’essere femminile: vi sono custoditi la personalità della sua proprietaria, i ricordi di momenti felici o meno felici trascorsi con indosso un abito che si conserva gelosamente dentro il proprio scrigno prezioso.

E se non tutte sono Carrie Bradshow e possono disporre di una cabina armadio immensa, si può subito partire dal presupposto che ciò che conta non è tanto l’estensione dello spazio quanto il modo in cui si organizza e si sistemano gli abiti e gli oggetti al suo interno. Se si è brave a sfruttare gli spazi, una cabina armadio di medie dimensioni non avrà nulla da invidiare a quella enorme di Carrie.

Creare una cabina armadio

Se la casa in cui si abita non dispone già di uno spazio apposito da destinare a cabina armadio, con un po’ di iniziativa e buona volontà si può procedere da sole per realizzarla. Ad esempio, uno dei metodi più semplici, potrebbe essere quello di dividere lo spazio all’interno di una stanza grazie a pareti di cartongesso (la profondità della cabina dovrebbe essere di almeno ottanta centimetri). Per ricavare le altre pareti, si possono sfruttare quelle della stanza stessa, non dimenticando che si dovrebbero fissare anche appendiabiti e mensole. Queste ultimi saranno utili per poggiarvi sopra ciò che non si può appendere.

Organizzare lo spazio interno

Lo spazio all’interno della cabina va poi organizzato in funzione di quante persone dovranno servirsene. Se si abita con qualcuno, si dovranno ovviamente calcolare gli spazi per entrambi. Ad ogni modo, la cosa migliore da fare, indipendentemente da quante persone dovranno utilizzarla, è quello di disporre due file di appendiabiti su almeno due pareti della cabina e poi utilizzare il maggior numero possibile di mensole su cui poggiare scarpe, borse, accessori o maglioni.

Si può scegliere di suddividere lo spazio all’interno della cabina armadio separando l’abbigliamento estivo da quello invernale, riponendo quello che al momento non si utilizza su zone più alte o più difficili da raggiungere. Si possono avere mensole specifiche per scarpe, mensole specifiche per borse, scatole in cui riporre gli accessori in modo ordinato. Gli abiti, oltre che nella classica suddivisione estiva/invernale possono poi essere organizzati in base a criteri cromatici, di utilizzo, di preferenza… insomma, c’è da sbizzarirsi! E lo stesso può essere fatto anche con le scarpe.

photo credit: MAZZALIARMADI.IT via photopin cc