Esistono tantissimi calcolatori delle settimane di gravidanza in rete. Utilizzarli è molto semplice dal momento che bisogna inserire soltanto la data dell’ultimo ciclo mestruale e, solo in alcuni casi, anche la durata media del proprio ciclo mestruale.

Il calcolatore, quindi, indicherà la settimana di gravidanza alla quale si è arrivati e anche la data probabile del parto. Si tratta ovviamente di un dato orientativo, dal momento che soltanto una visita ginecologica e un’ecografia permettono di stabilire eventuali ritardi o anticipi di crescita del nascituro, in base ai quali calcolare l’ipotetica data del parto.