Conoscere la propria ovulazione è importate,  per chi vuole avere una gravidanza o per chi invece vuole evitarla.

È fondamentale sapere che: il ciclo di ciascuna donna è composto da tre fasi, la prima fase ha inizio il primo giorno della mestruazione, chiamata fase follicolare, che ha una durata media di circa quattordici giorni, durante il quale solo alcuni follicoli arrivano  a maturazione, ma uno solo diventerà un’ovicita, quindi le mestruazioni si avranno in questa fase.

La seconda fase, quella della cosiddetta ovulazione, dura invece mediamente ventiquattro ore, e corrisponde al momento durante il quale l’ovocita viene espulso dalle ovaie e avviene di norma attorno al quattordicesimo giorno del ciclo mestruale (cioè, mediamente, dai 16 ai 12 giorni prima dell’inizio del flusso mestruale), in corrispondenza di un picco di ormoni LH e estrogeni.

L’ultima fase che prende il nome di luteinica ha la durata  quattordici giorni e in questo periodo l’ovulo emette una sostanza di color giallo il progesterone, che serve a preparare l’utero alla fecondazione.

Spesso può succedere che queste fasi si sovrappongano  provocando una durata maggiore dei ventotto giorni prima che il ciclo mestruale abbia il suo corso.

Sappiamo che la fase luteale ha una durata massima di quindici giorni, quindi per calcolare la data dell’ovulazione  basta sottrarre i quindici giorni alla durata del ciclo intero, cioè se il ciclo dura 20 giorni l’ovulazione avverrà il quinto giorno.

Anche attraverso la temperatura corporea è possibile riconoscere quando si è in ovulazione perchè si avrà un aumento che può variare dai 3/5 decimi di grado, il muco che si emette sarà più fluido e di un colore molto  più chiaro, e inoltre si potranno accusare lievi dolori al basso ventre.

photo credit: lorenzo cuppini verducci via photopin cc