Caldo: il meteo prevede a partire da oggi la prima ondata dovuta all’alta pressione nordafricana, che rimarrà stabile sull’Europa e sull’Italia. La nostra nazione soffrirà la calura anche nei prossimi giorni e si prevede un forte aumento delle temperature fino a toccare i 40 gradi del termometro.

Per combattere il caldo e aiutare le persone in difficoltà a causa delle altissime temperature, la Protezione Civile sta già preparando un piano per affrontare l’emergenza: in questa settimana ci saranno volontari che nelle ore più calde della giornata offriranno aiuto, specie per gli anziani e i bambini.

Galleria di immagini: Caldo a Roma

Ad esempio, nella città di Roma sono già state istituite squadre che distribuiranno acqua presso i musei vaticani e in alcune stazioni della metro.

L’allerta della Protezione civile arriva in diverse città italiane, classificate per livello di emergenza: Roma, Frosinone, Latina, Viterbo, Perugia, Rieti e Brescia sono le città considerate a “rischio elevato” mentre Firenze, Milano, Bologna ed altre 7 città sono considerate a “medio rischio”.

Il picco del caldo trasportato da Scipione – questo è il nome dato all’anticiclone nordafricano – si toccherà giovedì, proprio in concomitanza con il solstizio d’estate: le temperature massime toccheranno i 40 gradi in moltissime zone del Sud d’Italia. Dopo il fine settimana, le temperature si stabilizzeranno attorno ai 30 gradi dopo che i venti di Bora avranno soffiato dal Nord sulla Penisola.

Fonte: TgCom, Il Corriere della Sera, La Repubblica