I calendari maschili continuano a tenere banco in questi giorni. Corpi di uomini stupendi, atletici, ma anche bellissimi nella loro normalità, annunciano che il prossimo sarà un anno pieno di immagini statuarie. Come quelle del calendario Geist Ist Geil, ossia “il genio è lascivo”. Si tratta del calendario degli studenti tedeschi dell’università di Dresda, aitanti maschietti che si mostrano seminudi per testimoniare che il titolo dell’almanacco è assolutamente vero.

=> Scopri Dieux du Stade, il calendario 2013

Galleria di immagini: Geist Ist Geil

Si dice infatti che il cervello sia la più grande zona erogena, ma alcuni sostengono pure che a scatenare l’erotismo (e la lascivia) sia l’intelligenza, non semplicemente la bellezza di chi ci si trova di fronte. Per riassumere il concetto è questa l’essenza del fascino, una dote che pare abbiano molti uomini, almeno tra gli studenti tedeschi che appaiono in questo calendario nelle pose più disparate.

Perché Geist Ist Geil è anche un calendario molto autoironico. I ragazzi si sono fatti ritrarre dal fotografo in alcune pose che a volte richiamano la facoltà da loro seguita: c’è per esempio lo studente di Medicina che imbraccia i bisturi à la Wolverine, ma anche quello di Architettura che si riposa sul cofano posteriore di una Pontiac d’epoca, mentre sullo sfondo appare un suggestivo edificio tedesco. Tra gli studenti ci sono anche quelli di Ingegneria, Veterinaria, Lingue e Letteratura, e chi più ne ha più ne metta.

=> Guarda il calendario dei Wet Men 2013

Il calendario rompe due luoghi comuni fondamentali. La prima verità è che non tutti i tedeschi sono biondi con gli occhi azzurri, non molto ariani se si fa passare un termine caro al nazismo. Questo riflette anche quello che sta accadendo in Germania negli ultimi decenni dopo la caduta del muro di Berlino in particolare: è in questa nazione che sta avvenendo un vero e reale meltin’ pot di culture ma anche di sangue, tanto che si dice che l’immigrazione regolare sia una vera risorsa per come si è sollevata la Germania dopo la seconda guerra mondiale.

L’altro luogo comune che si infrange è invece meramente sessista: come per le donne ne esistono di belle e di intelligenti, ma anche alcune che hanno solo una di queste due caratteristiche o addirittura nessuna, anche per gli uomini la bellezza e il cervello possono coesistere nello stesso corpo. E magari accompagnare tante donne in uno spumeggiante 2013.

Fonte: Homotrophy.