Corpi statuari nudi, coperti solo nelle parti intime da palloni da rugby. Il calendario Dieux du Stade non si smentisce, e anche per il 2011 promette di regalare dodici mesi sensazionali dedicati alle grandi star di questo sport, che posano per beneficenza.

Nato nel 2001, il sexy calendario dei rugbisti è diventato celebre in tutto il mondo, sebbene il suo intento iniziale fosse quello di festeggiare la vittoria del campionato della squadra francese dello Stade Francais. Tra scatti singoli e di gruppo, tra primi piani e figure intere che lasciano veramente poco all’immaginazione, le dodici immagini di questi dei dello sport non possono che lasciare a bocca aperta.

Dietro l’obiettivo il fotografo Francois Rousseau, che aveva firmato anche l’edizione del 2004 e che questa volta ha scelto di ritrarre gli aitanti sportivi in bianco e nero, usando toni particolarmente satinati che danno maggiore risalto alla muscolatura lucida e tirata dei corpi maschili.

Tra gli dei immortalati nel calendario compaiono anche alcune star italiane, come Denis Dallan, noto per aver partecipato a L’Isola dei Famosi, e i fratelli Bergamasco. La cover è invece dedicata a Dimitri Szarzewski, che ricorda in tutto e per tutto un antico bronzo greco.

Al di là della sottile ambiguità che alcuni scatti sottintendono, si tratta in ogni caso di immagini splendide che celebrano innanzitutto una disciplina sportiva, così come il corpo maschile in generale.

Ecco una folta gallery di immagini, comprendente sia gli scatti 2011 che le foto degli anni precedenti, ormai cult sul Web.