Dieux du Stade torna anche nel 2013 per l’appuntamento con il calendario. Si tratta del quarto anno consecutivo e i protagonisti sono gli dei dello stadio, cioè sportivi che compaiono in tutta la forza e il loro vigore nelle immagini che illustrano i differenti mesi dell’anno. L’almanacco è uscito il 14 ottobre ed è stato subito un grande successo.

=> Scopri il calendario Dieux du Stade 2012

Galleria di immagini: Dieux du Stade 2013

La bellezza degli sportivi che posano nel calendario Dieux du Stade è innegabile. Muscoli in tensione, corpi perfetti, qualcuno anche un po’ villoso. L’unico appunto che si può fare a queste fotografie è che forse i modelli avrebbero potuto prendere un’abbronzatura integrale prima di posare, dato che a molti si vede il segno antiestetico del costume da bagno.

I Dieux du Stade sono immersi nella natura, tra acqua e cascate, e tra le foto spunta anche una bellissima donna bionda che come Venere di Alessandro Botticelli sorge dalle acque, anche se non su una conchiglia. La modella assomiglia un po’ a qualche bella attrice del passato e del presente: il suo aspetto ricorda a un tempo quello di Brigitte Nielsen e Scarlett Johansson. Si tratta in realtà di Sophie Helard, ex ballerina del Crazy Horse, uno degli storici locali del cabaret sexy a Parigi.

I 14 sportivi eletti per un giorno a modelli hanno rappresentato nel tempo un po’ tutte le discipline sportive: ci sono stati judoka, giocatori di hockey su prato, pugili, lottatori, nuotatori, rugbisti e calciatori. Questa è la volta dei rugbisti, che si chiamano Scott LaValla, Morgan Parra, Julien Pierre, Wesley Fofana, Jérôme Fillol, Olivier Missoup, Jules Plisson, Djibril Camara, Lisandro Gomez Lopez, Alexandre Flanquart, Hugo Bonnx, Maxime Mermoz, Alexis Palisson, Geoffroy Messina, Yoann Huget, Rio Mavuba e Gaël Clichy. Sono stati immortalati, come accade ormai da anni, da François Rousseau.

=> Guarda il calendario degli dei del rubgy.

Come la cultura dell’antica Grecia insegna, spesso giovinezza, bellezza e sport vanno a braccetto, per cui questo calendario, oltre che molto sexy, è anche un tripudio della perfezione del corpo umano, questa splendida macchina che non è solo funzionante, ma anche esteticamente pregevole. Adesso si attende anche il DVD. Per moltissime persone il DVD rappresenta il momento più sensuale dopo l’uscita del calendario: al suo interno sono contenuti filmati dal backstage con un contenuto erotico nettamente superiore a quello del servizio fotografico.

Fonte: Gre Sports.