In queste ultime settimane dell’anno, si sa, i calendari sono al centro dell’attenzione di fotografi e stilisti, di associazioni e aziende più o meno importanti. Alcuni sono divertenti e originali, altri ritraggono la bellezza allo stato puro e sono rinomati in tutto il mondo per l’eleganza dei soggetti fotografati e per il talento di chi li fotografa.

Quello di cui stiamo per parlarvi è il calendario realizzato da L’Oreal in collaborazione con l’Unesco per la lotta all’AIDS e vede susseguirsi nei dodici mesi star di fama internazionale e di innegabile fascino.

Da Monica Bellucci a Vanessa Paradis, da Audrey Tatou a Monica Cruz, il bianco e nero delle splendide immagini del parrucchiere delle star, John Nollet, rende il calendario unico nel suo genere. La tiratura, per di più, sarà limitata alle 50.000 copie e i ricavi andranno in beneficenza per sostenere, così, i programmi di educazione per la lotta all’AIDS.

Ecco le parole di Nollet:

Le immagini sono il mio linguaggio, quello che cerco di fare è rendere le donne belle. Sono molto felice di aver potuto creare per i parrucchieri del mondo intero un prodotto inedito che spero aiuti la lotta all’AIDS. Ho cercato di immortalare la bellezza dell’anima di dodici star: sono tutte celebri, tutte magnifiche e incredibimente generose.

E proprio fra queste, è impossibile non parlare della nostrana Monica Bellucci, attrice di fama internazionale, moglie e mamma invidiata da molti e unica italiana a prendere parte al nobile progetto.

Questa volta, però, Monica apparirà in modo diverso da come la conosciamo: se il suo sex appeal e la sua eleganza, infatti, restano immutate, quello che cambia sono i suoi capelli. Il color biondo platino sostituisce il castano scuro della sua capigliatura, che nelle immagini è sconvolta dal vento.

Come dicevamo, le altre protagoniste del calendario L’Oreal sono Audrey Tautou, Lou Doillon (la figlia di Jane Birkin), Monica Cruz, Cecile Cassel, Audrey Marnay, Debra Shaw, Ludivine Sagnier e Amandine Decroix.

Il calendario sarà pubblicato mercoledì prossimo, proprio in occasione della giornata della lotta contro il virus dell’Aids.