Men In The Alps torna a deliziare le donne di tutto il mondo all’insegna della beneficenza. È da qualche tempo disponibile il nuovo calendario 2013 che vede uomini comuni, ma comunque molto aitanti, alle prese con gli sfondi alpini e le vecchie macchine. È infatti questo il tema del nuovo almanacco, dopo l’oroscopo e prima ancora la cucina, con protagonisti questi uomini muscolosi e villosi. Questi modelli sono sexy perché sono straordinariamente normali, nessun divo del cinema o dello sport, solo ragazzi interessanti, che magari hanno delle passioni, delle storie d’amore e sicuramente un gran cuore.

=> Guarda il calendario 2012 di Men In The Alps.

Galleria di immagini: Men In The Alps 2013

Perché gli uomini di Men In The Alps posano appunto per beneficenza. Il ricavato del calendario, dalla sua istituzione, va infatti ad alcune organizzazioni, la DEBRA Alto Adige-Südtirol, che supporta i cosiddetti “bambini-farfalla”, cioè affetti da una patologia che rende la loro pelle fragile come quella dell’insetto, e Pro Positiv e Aiuto AIDS Monaco, che come suggerisce il nome stesso invece supportano le persone affette da HIV e AIDS. Uomini belli e sexy quindi, ma con una testa e una coscienza per fare del bene al prossimo. Una parte del ricavato andrà quest’anno a una famiglia, la famiglia Graus di Avenes, che ha perso il suo domicilio a causa di una frana mentre le gravi tempeste all’inizio di agosto. La somma raccolta finora, dal 2006, è di oltre 80.000 euro.

Il calendario di Men In The Alps può essere ordinato e acquistato presso il sito dedicato all’iniziativa, dove si possono ammirare anche le immagini dei vecchi almanacchi ormai completamente esauriti. Il nuovo calendario è in vendita a 15 euro, più delle spese di spedizione che dipendono dalla quantità dell’ordine effettuato.

Inoltre, sullo stesso sito è possibile candidarsi come modelli: si cercano sempre uomini che non siano timidi, siano curati e che abbiano un’età compresa tra 18 e 50 anni. Quindi se si vuole far parte della prossima galleria di adoni, ci si può provare. Come ogni progetto benefico non è previsto alcun compenso, tranne la soddisfazione duplice di aiutare il prossimo e di divenire l’oggetto del desiderio proibito da parte di moltissime donne in tutto il globo.

Fonte: Men In The Alps.