Niente modelle e corpi troppo nudi, per il 2016 il Calendario Pirelli cambierà radicalmente volto per omaggiare la donna, quella vera, di successo e influente, che va al di là di un semplice corpo perfetto (e spesso ritoccato).

Tredici donne di carriera che hanno raggiunto dei traguardi notevoli nella propria vita che sia professionale, sportiva, artistica o sociale saranno quindi le protagoniste indiscusse: tra di loro ha posato la nota attrice Yao Chen nonché prima ambasciatrice cinese dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), alla quale è stata dedicata l’introduzione del calendario.

Il mese di gennaio è invece stato dedicato alla modella russa Natalia Vodianova fondatrice, a soli 22 anni, dell’ambiziosa organizzazione filantropica Naked Heart Russia. Prima di compiere 20 anni aveva già firmato un contratto multi milionario con Calvin Klein, si è sposata e ha avuto il primo figlio. Una delle figure più rilevanti nel mondo di Hollywood nonché produttrice cinematografica e Presidente di Lucas Film Kathleen Kennedy, posa per il mese di febbraio mentre la collezionista d’arte e presidente emerita del Museum of Modern Art (MoMA) Agnes Gund - insieme alla nipote Sadie Rain Hope-Gund – ha posato invece per il mese di marzo.

Galleria di immagini: Calendario Pirelli 2016, foto e backstage

Tra i nomi più noti per i loro successi spicca anche Serena Williams,  campionessa di tennis a livello mondiale che per il mese di aprile ha posato in slip incarnando alla perfezione il potere, la bellezza, lo stile e il coraggio; la critica e autrice di best seller – nonché protagonista del film documentario “Public Speaking” diretto da Martin Scorsese – Fran Lebowitz ha posato invece per il mese di maggio: con sigaretta in bocca, ha indossato il suo outfit che ormai è diventato come una firma, ovvero giacca con taglio da uomo, t-shirt e jeans.

Tra le altre donne di successo, la presidente di Ariel Investments Mellody Hobson ha posato per il mese di giugno, la regista premio Oscar per “Selma – La strada per la Libertà” Ava DuVernay per il mese di luglio e ancora la blogger e fondatrice di Style Rookie Tavi Gevinson nel mese di agosto, l’artista iraniana di arte visiva Shirin Neshat per concludere con tre figure note al mondo intero.

Artista, musicista, performer nonché vedova di uno dei musicisti che hanno fatto la storia della musica, Yoko Ono ha posato per il mese di ottobre in tacchi a spillo, blazer attillato e cilindro; novembre è dedicato a una delle pietre miliari del rock, Patti Smith mentre l’anno chiude con l’esilarante attrice e comica Amy Schumer, la quale ha posato in lingerie e tacchi a spillo.

A immortalare le tredici donne in altrettanti scatti realizzati in bianco e nero è stata la più che nota fotografa Annie Leibovitz, la quale ha scattato le immagini nel suo studio di New York nel luglio scorso. La fotografa americana è tornata a scattare le foto per il celebre  calendario dopo aver realizzato quelle del Calendario Pirelli del 2000, che a quanto pare hanno segnato la prima serie di nudi della sua carriera. “Il Calendario del 2000 è stato un esercizio nella fotografia del nudo. Si trattava di un concetto semplice” ha spiegato la fotografa, continuando “Nel 2016 abbiamo fatto qualcosa di completamente diverso, ma allo stesso tempo semplice”.

Quando Pirelli mi ha contattato mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l’idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d’accordo e l’obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta: volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici”.

Il nuovo calendario è stato presentato nella cornice di Londra, presso la Roundhouse ovvero l’ex edificio industriale trasformato in uno dei templi del rock della capitale britannica ormai mezzo secolo fa, negli anno ’60. Con la sua uscita il sito pirellicalendar.com si arricchisce anche di nuovi contenuti: la nuova grafica, infatti, permetterà agli utenti di fruire di nuovi contenuti tra cui filmati, fotografie e interviste che raccontano la sua storia. Lo stesso, inoltre, sarà suddiviso in tre categorie: “The Cal 2016”, dedicato al nuovo calendario, “Icons” dove s potranno conoscere i protagonisti dell’arte, della cultura, dello spettacolo, della moda, dello sport e della musica da Roberto Bolle a Tommy Hilfiger a Candice Huffine. Nella sezione “Time Machine”, invece, si potrà accedere a contenuti audio e video dei calendari precedenti, raggruppati per decadi.