Tra le serie americane di successo, le più seguite sono sicuramente quelle a ruoli invertiti, ossia in cui il protagonista non è quello che si definisce un “buon padre di famiglia”. Ed è proprio lungo questo filo logico che si sviluppa la trama di “Call me Fitz“.

La prima stagione della serie, in onda questa sera sul canale SKY Uno, vedrà come protagonista Richard Fitzpatrick, un rivenditore di automobili senza scrupolo né morale alcuna. Dopo essere stato salvato da un incidente, il suo benefattore Larry sostiene di essere la sua coscienza e di volerlo riportare sulla retta via.

L’attore protagonista della serie sarà Jason Priestley, meglio conosciuto come Brandon Walsh dalla serie TV “Beverly Hills 90210”. Un interprete che fino a ieri è stato riconosciuto dai telespettatori come il classico bravo ragazzo oggi diventa un venditore d’auto ambizioso e senza pietà:

La sfida maggiore per un attore dopo aver interpretato una serie di enorme successo, come nel mio caso, è di riuscire a prendere le distanze nella mente del pubblico. Quel che faccio io è cercare di trovare dei progetti che siano sempre nuovi e finora, sotto questo punto di vista, mi pare di essermela cavata abbastanza bene.

L’attore ha inoltre dichiarato di essere appassionato di due serie televisive un po’ sopra le righe: “Breaking Bad” e “True Blood”. È a queste due fiction che si ispira per il personaggio di Fitz?