Claudia Pandolfi ha un carattere forte. Di solito, a quanto dicono le amiche, affronta a viso aperto i paparazzi che tentano di rubarle scatti nascosti. E anche ieri pomeriggio, quando si è accorta di essere paparazzata mentre passeggiava tra le parti di piazza Vescovio a Roma, si è avvicinata all’auto del fotografo che, anziché accettare d’essere stato scoperto, pare le abbia spruzzato liquido al peperoncino negli occhi. Così, momentaneamente accecata, si è appoggiata all’auto che, però, è partita.

Trascinata per qualche metro sull’asfalto, ha rimediato un truma toracico, ben due costole rotte, e in ospedale hanno dovuto sottoporla a operazione chirurgica. Ma non sono gravi le sue condizioni.

Un po’ più compromessa la posizione del fotografo, tal Mauro Terranova, non estraneo a controversie con i vip che si apposta a spiare. All’inizio del 2007, infatti, era stato addirittura picchiato da Gigi D’Alessio.

La versione del paparazzo, arrestato ieri sera con l’accusa di lesioni gravi e omissione di soccorso, discorda però da quella data dalla Pandolfi e da alcuni passanti. Come ha dichiarato l’avvocato che già lo ha rappresentato nella causa con Gigi D’Alessio:

Voleva denunciare la Pandolfi per aggressione: lei era una furia.

Claudia Pandolfi, che ha una relazione dal 2001 con il musicista Roberto Angelini e con il quale ha un figlio, è comunque fuori pericolo. Il trauma toracico è importante, così resterà in osservazione alcuni giorni presso l’Ospedale Umberto I, nella capitale.