Molte persone si innamorano di una fragranza e le rimangono fedeli per anni e anni: tuttavia, per tutti può arrivare il momento giusto per cambiare profumo. La chimica del corpo, infatti, gioca un ruolo fondamentale sia sulla percezione del profumo che sulle diverse sfumature rilasciate grazie al calore della pelle.

Il “vostro” profumo vi identifica, ma con gli anni la sua fragranza potrebbe risultare diversa, semplicemente a causa degli ormoni i cui livelli si alzano e abbassano con il tempo. Le donne incinta, per esempio, sentono il loro profumo diverso dal solito per nove mesi, a causa dei cambiamenti ormonali. Durante e dopo la menopausa, poi, la pelle può diventare più sottile e il profumo non durerà a lungo come in precedenza.

Bisogna persino tenere in considerazione la moda, perché ci sono tendenze anche tra le fragranze: sono più a lungo termine rispetto a quelle dell’abbigliamento, ma lo stile delle fragranze cambia comunque con le decadi.

Se per anni avete utilizzato la stessa fragranza, forse è il momento di cambiare profumo, anche perché stimolare i sensi, compreso l’olfatto, è sempre interessante e positivo. Ecco qualche consiglio utile per quando arriva il momento giusto di cambiare profumo e cercarne uno nuovo.

  • Durante il test di un profumo sulla cartina, l’odore cambia in base all’asciugatura – quando è ancora bagnata, quando si asciuga e poi pochi minuti dopo averlo spruzzato. Il profumo si “apre” dopo un’esposizione più prolungata all’aria, dunque prendetevi tutto il tempo che serve e aspettate a giudicarlo.
  • Tra un test e l’altro odorate qualche chicco di caffè, e se non disponibile in profumeria portatelo con voi da casa e chiedete se potete utilizzarlo: il caffè, infatti, pulisce il naso dal profumo precedente.
  • Non testate più di cinque profumi alla volta. Dopo essere stati esposti a troppi profumi, infatti, i recettori dell’olfatto diventeranno confusi e non sarà possibile ottenere un’opinione obiettiva e accurata.
  • L’unico modo per sapere con certezza come un profumo starà su di voi è quello di provarlo sulla pelle. Restringete le vostre scelte a tre fragranze e provatele su diversi punti delle braccia, aspettando come per la cartina.Non giudicate mai un profumo semplicemente annusando la bottiglia. È molto probabile che l’odore prevalente così risulti l’alcol, visto che la fragranza non è ancora entrata in contatto con l’aria.
  • Provate profumi orientali o muschiati. Secondo gli esperti queste fragranze funzionano bene sul gentil sesso, ancora meglio sulle donne oltre i 50 anni. Per le più giovani sono di solito più adatte note floreali.