Camicia a fiori: quale capo, se non questo, è capace, insieme alla Tshirt bianca, di riflettere la luce e le emozioni dell’estate? La camicia a fiori diventa, da maggio a settembre inoltrato, la protagonista di ogni giorno e ogni notte, anche quelle più agitate.

Dai modelli a maniche lunghe in lino per lasciare alla pelle la giusta aria, fino alle maniche corte o le camicie smanicate, ecco tre modi per indossare questo indumento esaltandone la bellezza.

  1. Camicia alla Hawaiana. Prendendo alla larga il gusto ed i sapori provenienti dalle isole statunitensi, diventate parte degli Stati Uniti d’America nel 1959, ecco che arriva l’idea per il giorno: scgliendo un modello più largo, da uomo, la si può indossare come fosse un vestitino, coprendo il costume prima di andare in spiaggia o prima di fare un aperitivo a bordo piscina. In questo caso, è d’obbligo l’abbinamento di un cappello di paglia o di una collana fiorata (anche se questo richiamo fa molto Lilo & Stich).
  2. Camicia Raffinata. In un’occasione più particolare o che richiede un abbigliamento più elegante, si può abbinare la camicia a fiori, magari dalle tonalità pastello, a una gonna a tubo bianca, che la fermi sui fianchi e dipinga la silhouette femminile rendendo la donna ancora più affascinante. Obbligatorio l’abbinamento dei tacchi a spillo aperti a una borsa colorata (senza esagerare), capace di contenere il minimo indispensabile.
  3. Camicia Informale. In una giornata come tutte le altre, coperte dall’afa della città, si può indossare la camicia fiorata aperta sopra a un jeans chiaro fino alla caviglia e delle zeppe classiche che avvolgano la caviglia della donna. In questo modo l’abbinamento è presto fatto per una situazione lavorativa o informale che non richiede un impegno ed una cura particolare per la scelta dell’outfit.