Uno degli animali più popolari di sempre, dopo gli ovvi cani e gatti, è il canarino domestico (Serinus canaria) che con il suo canto armonioso allieta le giornate di coloro che sono in sua compagnia.

Di solito siamo abituati a vedere l’uccellino in gabbia, e l’effetto delle melodie canore viene leggermente stemperato dalla tristezza generata da un animale imprigionato.

In questo video però la malinconia è messa al bando, anche perché il verde esemplare della specie si esibisce in uno spettacolo musicale decisamente inusuale: il solito trillo che abbiamo imparato a riconoscere è sostituito da una risata gracchiante, molto vicina a una tonalità femminile e che – sarà forse la vicinanza con la festa di Halloween a suggerirci questa suggestione – ricorda non poco l’esplosione di risa di una strega.

Il dubbio quindi è d’obbligo: che il pennuto si stia prendendo gioco dello spettatore, forse colto da un raptus satanico? Comunque la si pensi resta il grande successo del video, divenuto virale sul web proprio a causa di questa ambiguità di fondo.

Tornando al canarino quale animale domestico, in pochi sanno che i canarini d’allevamento sono tradizionalmente divisi in tre tipologie in base alle loro caratteristiche più pronunciate: canarini da canto, canarini di colore e canarini di forma e posizione.

Animale molto socievole e di grande dolcezza, il canarino secondo le notizie dell’epoca pare essere arrivato in Europa durante il 12° secolo grazie ai marinai inglesi. Forse non tutti sanno che a causa del suo incessante borbottio melodico molto spesso i canarini venivano utilizzati dai minatori per segnalare eventuali fughe di gas tossici: avendo un organismo più delicato e minuto gli uccellini sarebbero morti al minimo sentore di sostanze nocive, con l’interruzione del canto quale segnale sonoro riconoscibile immediatamente dai lavoratori della miniera di carbone.

photo credit: Barbara Walsh Photography via photopin cc