Come anticipato lo scorso mese, cominciano a esserci i primi fallimenti nel campo delle fiction americane. Tra le vittime, appare anche il nome di J.J. Abrams, creatore della celeberrima serie TV “Lost“.

Il papà di “Alias” e “Fringe”, dopo aver ottenuto numerosi consensi alla regia di prodotti televisivi di qualità, ha dovuto incassare un duro colpo: veder cancellato uno degli show da lui ideato.

Si tratta della serie TV “Undercovers“. Lo show inizialmente aveva convinto i produttori dell’emittente Nbc, non ha reso come avrebbe dovuto. Pare, infatti, che ci sia stato un vertiginoso calo degli ascolti: si partiva dagli 8.500.000 spettatori della prima puntata fino ad arrivare a circa 5.800.000 telespettatori negli ultimi episodi.

Probabilmente la trama non ha affascinato abbastanza il pubblico statunitense, sempre più difficile da soddisfare quando si tratta di intrattenimento TV. I protagonisti della serie sono una coppia di coniugi, entrambi ex agenti della CIA, costretti a tornare in servizio e indagare sulla scomparsa di un collega.

Mancano ancora sei episodi per terminare la prima stagione, ma ai piani alti della Nbc è già stata ordinata la cancellazione dello show. Per questo motivo è molto probabile che vadano in onda solo tre puntate, lasciando “Undercovers” senza un degno finale.