Dopo l’inganno, anche la beffa: più di 274mila persone alle quali è stato diagnosticato il cancro negli ultimi 10 anni sono state licenziate o costrette alle dimissioni. È quanto emerge da Ad Alta Voce, la prima indagine italiana presentata ieri sui problemi e le speranze dei malati di cancro, realizzata da Censis in collaborazione con FAVO, alla quale hanno partecipato oltre 1.000 pazienti e più di 700 care giver.

Ad Alta Voce è certamente un lavoro da cui emergono risultati preoccupanti. Emerge, ad esempio, che i pazienti oncologici giudicano negativamente i servizi sociali offerti e le varie forme di tutela, compresi gli aiuti economici. A riguardo, Francesco De Lorenzo, presidente FAVO, dichiara:

«È il volontariato oncologico ancora una volta a supplire a gravi carenze delle istituzioni, non soltanto con servizi mirati, ma anche attraverso la sollecitazione e l’ottenimento di norme legislative per la tutela sul lavoro. Inoltre, si stanno sviluppando crescenti preoccupazioni e timori per i possibili ulteriori tagli al budget del Servizio Sanitario Nazionale».

Nonostante i pazienti valutino buona la qualità dell’assistenza erogata dal Servizio Sanitario, infatti, questo sta subendo dei tagli che andranno a influenzare sia i bilanci dei malati e delle loro famiglie, sia il loro già precario stato psicologico, percependo già da adesso l’abbandono delle istituzioni una volta usciti dall’ospedale.

È vero che grazie alla ricerca le condizioni di vita delle persone affette da questa terribile malattia sono molto migliorate, ma questo non giustifica lo sconforto che si prova nel leggere i risultati di Ad Alta Voce. L’auspicio è che i bisogni dei pazienti vengano almeno ascoltati, per cercare di dar loro qualche risposta concreta, dato che si tratta di un problema sociale, oltre che sanitario.

Per chi sentisse comunque bisogno di conforto, segnaliamo OltreIlCancro, sito che raccoglie tutte le blog esperienze di gente che ha affrontato o sta affrontando la malattia. Perché non è solo curandola che si combatte una malattia come il cancro.

Fonte: FAVO; Ad Alta Voce.