Le dichiarazioni rilasciate ieri da Lars Von Trier avevano sollevato un gran polverone a Cannes. Il regista aveva infatti affermato di essere un po’ nazista e di comprendere Adolf Hitler e ora l’organizzazione ha richiesto al danese di scusarsi.

Galleria di immagini: Lars Von Trier

Il controverso regista, al Festival di Cannes per presentare il suo ultimo lavoro “Melancholia“, aveva lasciato tutti di stucco alla conferenza stampa di presentazione del film, facendo affermazioni filo-naziste decisamente sconcertanti, persino per un re della provocazione come lui. In un breve comunicato stampa, Von Trier si è scusato affermando che:

“Si è lasciato andare dietro provocazione.”

Lars Von Trier ha presentato le sue scuse anche tramite un comunicato della Magnolia Pictures, il distributore americano di “Melancholia”:

“Se ho urtato qualcuno questa mattina con le parole che ho detto alla conferenza stampa, mi scuso sinceramente. Io non sono antisemita e non ho in alcun modo pregiudizi razziali, né sono un nazista.”

Un passo indietro quindi da parte del regista danese, che però nella sua conferenza stampa ha anche lanciato un nuovo argomento di discussione: il suo prossimo film potrebbe essere un porno? Lars Von Trier ha infatti dichiarato che dopo l’apocalittico “Melancholia” con protagonista Kirsten Dunst, il suo nuovo progetto cinematografico che attualmente sta scrivendo sarà intitolato “The Nymphomaniac” e parlerà della scoperta e della crescita erotica di una donna. Un progetto reale o soltanto una nuova provocazione del regista?