A chi consegnerà la Palma d’Oro quest’anno il presidente di giuria Robert De Niro? L’edizione 2011 ha riconsegnato il Festival francese sotto i riflettori mondiali, vuoi per i divi, vuoi per i film di qualità, vuoi soprattutto per le enormi polemiche che si sono scatenate intorno alle dichiarazioni filo naziste del regista Lars Von Trier. E ora parte il toto-Palma.

Nonostante il danese si sia scusato per le sue parole, è stato dichiarato “persona non grata” dall’organizzazione della Croisette. In attesa dell’ultima giornata di proiezioni, le attenzioni sono quindi ora rivolte tutte a domani, quando avverrà la cerimonia di consegna dei premi: chi vincerà?

Galleria di immagini: Le immagini per This must be the place

A 10 anni di distanza dall’ultima vittoria italiana, con “La stanza del figlio” di Nanni Moretti, la Palma potrebbe ritornare in Italia? Se la nuova pellicola dello stesso Moretti “Habemus Papam” ha avuto una buona accoglienza, il nostro cavallo su cui puntare sembra essere però Paolo Sorrentino, che ieri ha ricevuto molti applausi per “This Must Be the Place“.

Il film vede come protagonista un Sean Penn con look alla Robert Smith dei Cure a caccia di nazisti e, in un’edizione dominata dalle polemiche provocate da Von Trier, un’eventuale Palma potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata da parte della giuria; Penn tra l’altro viene dato tra i favoriti anche per la miglior interpretazione insieme a Michel Piccoli del film di Moretti. Come miglior attrice in pole position c’è invece Tilda Swinton per “We need to talk about Kevin”.

La rivista francese “Le film francais” indica come favorito per la Palma “The Tree of Life“, il film di Terrence Malick che ha molto diviso tra applausi e fischi e che vede anch’esso nel cast Sean Penn. Tra i film indicati in prima fila per un premio anche i francesi “The Artist” e “Polisse”, “Le Havre” di Aki Kaurismaki, “The Kid with a Bike” dei fratelli Dardenne e “Drive” di Nicolas Winding Refn. E se Pedro Almodovar con “La piel que habito” ha ricevuto reazioni contrastanti, “Melancholia” a causa delle parole di Von Trier potrebbe aver compromesso le possibilità di un premio alla protagonista Kirsten Dunst. Domani sera comunque conosceremo tutti i verdetti della giuria.