Tutto è iniziato così:

Offro i miei organi genitali maschili (pene, testicoli e scroto) come pasto per 100.000 yen… Li cucinerò a richiesta dei compratori, nel posto da loro scelto.

È questo il tweet  che è apparso qualche tempo nella pagina del giovane artista giapponese Mao Sugiyama.

Il ragazzo ha appena 22 anni e, stando alle sue dichiarazioni, si sente asessuato, ossia non si sente né parte del genere femminile né del genere maschile.

Per questo ha deciso di sottoporsi ad un’operazione chirurgica per l’asportazione dei suoi genitali (pene, testicoli e scroto) e di usarli come ingrediente di punta per la preparazione di un pasto molto speciale.

Nel giro di poche ore il tweet ha fatto il giro del mondo e all’appello del giovane artista hanno risposto sei persone che hanno pagato 250 a testa per prendere parte al banchetto, organizzato in un famoso ristorante di Tokyo.

È stato lo stesso Mao Sugiyama a cucinare per i suoi ospiti la sera del 13 aprile, preparando così un piatto molto particolare dove all’ingrediente principale costituito da questa preziosa parte del suo corpo, ha aggiunto dei funghi champignon e del prezzemolo fresco.

Non è dato sapere il sapore del cibo né se i commensali hanno apprezzato o meno il piatto…