Qual è il cibo più erotico per antonomasia? Un sondaggio indetto da Melarossa consacra il cannolo siciliano come la ricetta più sexy della tradizione culinaria italiana, che ha conquistato quasi il 25% delle scelte dei votanti, forse anche complice il suo aspetto fortemente allusivo, tanto da essere usato molti anni fa, insieme con la ciambella alla crema, in una metafora dalla cantante Madonna.

Pare che i cibi per San Valentino, la festa degli innamorati, prevedano per lo più ingredienti nostrani, come cacao, zafferano e peperoncino, ritenuti afrodisiaci, ma accanto al cannolo sono stati votati con il 13% ex aequo i bucatini all’amatriciana e il caciucco alla livornese.

Galleria di immagini: Il cannolo siciliano

I dolci sembrano comunque i preferiti dagli innamorati, come se per una simile festa il dolce rappresenta senz’altro la ciliegina sulla torta. Tra gli altri piatti preferiti infatti figura lo sciù al cioccolato, ma anche il risotto alla milanese e il brasato al barolo. Per dire buon san Valentino con gusto da nord a sud.

Ma secondo gli studiosi i cibi afrodisiaci non esistono, l’erotismo dipende tutto da fattori prettamente psicologici, come spiega Gianni Pastore dell’Istituto Ricerca Alimenti e Nutrizione:

“Il piatto afrodisiaco non esiste, è solo il fattore psicologico quello che conta e la situazione nella quale viene consumato. Oltretutto, le pietanze scelte sono troppo pesanti e sconsigliate soprattutto se dopo la cena è previsto un seguito.”

Per cui, meglio mantenersi leggeri, se volete un dopocena con tutti gli annessi e connessi: cibi pesanti richiamano la stanchezza e se si vogliono fare le ore piccole sotto le lenzuola, non sono esattamente l’ideale.