Avere i capelli mossi non è mai stato così facile: per dare alla propria chioma un effetto ondulato, sempre elegante e chic ma allo stesso tempo casual, sono disponibili moltissimi metodi da quelli classici con la piastra fino a delle maxi trecce. Perfetti per tutte coloro che hanno dei capelli da lunghi a medi, ecco alcune tecniche e consigli per creare dei capelli mossi in poche e semplicissime mosse.

Piastra a cono

Oltre alla classica piastra normale, per creare i capelli mossi si può utilizzare una piastra a cono. Decisamente più pratica, in commercio ci sono quelle automatiche per il quale basterà inserire la punta della ciocca e il resto viene da sé, oppure quelle normali per il quale basterà avvolgere la ciocca e lasciarla in posa per pochi secondi.

Consiglio: a seconda del risultato desiderato basterà dividere delle ciocche più spesse o più sottili, ma l’importante è proteggere i propri capelli con un apposito spray che li difenderà dalle alte temperature della piastra.

Bigodini

Dopo la piastra, un classico metodo per avere dei capelli mossi sono i bigodini. Di questi possono essere utilizzati quelli classici oppure, ancora più pratici, quelli flessibili o quelli termici venduti in set. Ovviamente la loro grandezza dipenderà sia dalla lunghezza dei propri capelli e dal risultato che si vuole ottenere. Per un mosso più morbido verranno utilizzati dei bigodini più larghi, mentre per uno più definito dei bigodini più piccoli e stretti.

Se si tratta dei classici bigodini, questi possono essere messi con i capelli bagnati e lasciarli asciugare naturalmente oppure con l’ausilio di un phon. Per i bigodini termici, invece, basterà metterli in posa (anche questi con i capelli bagnati) facendo attenzione a non scottarsi. Per ultimi, invece, i bigodini flessibili possono essere messi arrotolando la ciocca attorno e poi chiuderlo bene per tenere tutto insieme.

Fascia per capelli

Uno dei metodi per fare i capelli mossi che non richiede attrezzature con alte temperature è la fascia. Classica, alta circa tre centimetri, basterà posizionarla sulla testa lasciando i capelli sotto. A questo punto basterà, ciocca per ciocca, prendere i capelli e farli passare dentro la ciocca più volte fino a quando finisce la lunghezza, ripetendo l’operazione per tutti i capelli. Questo metodo può essere utilizzato con i capelli umidi o asciutti e il risultato varierà anche questo a seconda dell’ampiezza delle ciocche.

Mini chignon

Un metodo decisamente più facile per fare i capelli mossi sono dei mini chignon. Per realizzarli, con un effetto finale decisamente morbido. Basterà dividere i propri capelli in due parti e, una volta attorcigliate, arrotolarle su se stesse fissandole con delle mollette o delle forcine. Ovviamente si possono aumentare le parti, in quattro o in sei, se si vuole optare per un look decisamente più definito. Questi possono essere fatti con capelli bagnati o, ancora meglio, umidi così da evitare emicranie.

Maxi trecce

Un altro metodo decisamente facile quanto pratico per avere dei capelli mossi sono delle maxi trecce. Specie per chi ha i capelli lunghi questo può risultare decisamente efficace per avere un effetto più definito sulle lunghezze. A seconda di quest’ultimo fatto si possono realizzare dalle due trecce in su, più sono più l’effetto sarà definito, soprattutto se i capelli saranno umidi. A questo punto si può scegliere se fare delle semplici trecce, oppure delle trecce alla francese partendo da metà testa per un effetto mosso ma non troppo.

In ogni caso, per gli ultimi tre metodi e i bigodini non termici, per velocizzare il tempo di asciugatura dei capelli ci si può aiutare con il phon, ma a questo punto potrebbe essere necessario utilizzare un apposito spray che li difenderà dalle alte temperature.

Foto: sensual brunette woman with shiny curly silky hair studio shot – Shutterstock