Per essere sempre in ordine, da mattina a sera, è bene imparare come tenere i capelli raccolti per l’ufficio in modo semplice e veloce. Appena alzate, infatti, non sempre si ha molto tempo da dedicare al proprio aspetto. Una bella pettinatura ha il suo fascino, ma non sempre per avere un bell’aspetto bisogna dedicare troppo tempo ai capelli. Esistono diversi modi per valorizzare il proprio viso ed essere in ordine anche con qualcosa di semplice.

Se non si è cadute nella tentazione di lasciare alle forbici del parrucchiere gran parte della chioma per uno dei tagli corti o medi di tendenza quest’anno, può essere utile imparare delle acconciature molto in voga in questi anni, dallo chignon basso alla banana all’half top knut, dallo chignon liscio alla coda di cavallo.

I tagli corti, d’altronde, devono essere molto curati, altrimenti sembrano trasandati e mettono in cattiva luce chi li porta. Molte persone vedono in un look sciatto un sintomo di trascuratezza sul lavoro. Vediamo allora 5 idee semplici per tenere i capelli raccolti in ufficio.

  1. Chignon basso a banana: si tratta di un bun disordinato e facile da realizzare. Si inizia applicando sui capelli un prodotto di styling che li ispessisca e permetta alle ciocche una maggiore presa, quindi si portano indietro i capelli divisi in tre parti uguali tra di loro. Si ferma l’estremità della sezione centrale con un elastico, la destra viene fatta passare sopra e poi si incroci e si avvolge intorno. Stessa operazione per la parte sinistra, che andrà fermata con delle forcine nella parte superiore. Le estremità devono restare libere a formare una piccola coda bassa che va divisa in ciocche, raccolte una dopo l’altra intorno al nucleo centrale dello chignon assicurandole con delle forcine.
  2. Chignon basso con i capelli lisci: si applica una noce di gel sui capelli, dalle punte fino all’altezza dell’orecchio. Poi, si divide la capigliatura e si pettina all’indietro, quindi si attorcigliano i capelli a formare uno chignon sulla nuca.
  3. Half top knot: si raccoglie la metà dei capelli nella parte alta del capo, ma senza prestare troppe attenzioni alla simmetria con l’aiuto di un pettine largo. Quindi si raccolgono sulla parte superiore del capo, per poi legarli con un comunissimo laccetto, che dovrà sparire tra i capelli.
  4. Coda di cavallo bassa: si dividono i capelli con la riga al centro e si cotonano le ciocche della calotta sul retro della testa e copritele con i capelli della corona. Quindi, si raccoglie l’intera chioma sulla nuca e si applica una lacca per capelli.
  5. Coda di cavallo riccia: si raccolgono i capelli in una coda alta servendosi di un elastico. Quindi, si afferra la coda e si passa di nuovo attraverso l’elastico fino a metà della sua lunghezza, formando un anello. Le punte vengono avvolte intorno all’elastico e fissate con delle forcine. Infine, si scompone l’anello per dare forma e volume. Una lacca, alla fine, fisserà l’acconciatura.