Avere capelli sfibrati e secchi può essere un problema piuttosto comune e diffuso. In effetti basta davvero poco perché la chioma appaia provata e non perfettamente in salute.

Si pensi, ad esempio, a quanto possano metterla a dura prova lo stress della vita di tutti i giorni, l’inquinamento (soprattutto per chi vive nelle grandi città), un’alimentazione non sempre sana ed equilibrata, problemi ormonali, trattamenti “aggressivi” (colorazione e piastra, per citare i più frequenti), d’estate il mare il sole e i lavaggi più frequenti. Insomma, sono tanti i fattori che possono contribuire al fatto di avere capelli sfibrati e secchi.

Nella maggior parte dei casi questo problema può essere affrontato efficacemente anche con rimedi naturali e ponendo maggiore attenzione ad alcune abitudini che possono essere senz’altro migliorate. Fra queste ultime si segnalano, ad esempio, l’adozione di una dieta più equilibrata oppure l’impiego di prodotti per capelli che possano rispettare di più il loro benessere.

Capelli sfibrati e secchi: rimedi naturali da provare

I capelli sfibrati e secchi necessitano soprattutto di essere nutriti e i rimedi naturali possono essere un’ottima soluzione a tal proposito. Fra i migliori da provare si segnalano:

  • Gli impacchi sui capelli sfibrati e secchi si possono fare, ad esempio, con l’olio di oliva e rappresentano un metodo efficace per trattare la chioma. L’olio di oliva può essere applicato solo sulle punte o per tutta la lunghezza dei capelli (anche prima dello shampoo) e lasciato in posa fino ad un massimo di trenta minuti prima di risciacquare con cura. Se durante il tempo di posa si applica sul capo un telo tiepido è possibile beneficiare di un’azione ancor più efficace.
  • Gli impacchi possono essere eseguiti anche con olio di cocco oppure olio di mandorle. Gli oli hanno infatti il pregio di essere molto ricchi di sostanze nutritive che penetrano a fondo nel capello, migliorandone la salute, facendolo apparire più sano e più lucente.
  • Fra i rimedi naturali contro i capelli sfibrati e secchi vi è anche la maschera alla farina di avena. La si può ottenere facilmente amalgamando un cucchiaio di avena, un cucchiaio di olio di mandorle ed un cucchiaio di latte fresco. La maschera che si ottiene va applicata sui capelli (dopo averli accuratamente pettinati) e lasciata riposare per circa venti minuti prima di risciacquare il capo ed effettuare il normale shampoo.
  • Si segnala, infine, la lozione che può essere preparata con circa 40 grammi di foglie e fiori di basilico e mezzo litro di acqua in cui farli poi bollire per circa venti minuti. Dopo aver filtrato il tutto e aver aggiunto una quantità di alcol pari al peso ottenuto, utilizzare tutti i giorni alcune gocce del preparato posandole sul cuoio capelluto e procedendo con adeguata frizione dello stesso.