Prima di impelagarsi in una relazione di coppia a lungo termine, o in un corteggiamento serrato, meglio avere un’idea di chi si ha di fronte. E visto che studi scientifici dimostrano che alle volte l’abito fa il monaco, tanto vale dare un’occhiata ai segnali fisiognomici per capire esattamente con che uomo si ha a che fare a partire esclusivamente dall’aspetto fisico.

A partire dalla questione più importante: l’uomo che si è appena conosciuto è degno di fiducia? Secondo una ricerca dell’università di St. Andrews, Scozia, gli uomini con il viso particolarmente largo hanno tre volte più probabilità di mentire o tradire di quelli con il volto sottile. Questo perché chi ha mascella, fronte e mento larghi in linea di massima è più grosso fisicamente, quindi ha un livello di testosterone maggiore, e come conseguenza è un maschio Alpha tendente all’egoismo e mancanza di cooperazione nella coppia. Il risultato? Maschi col viso largo: off.

Per capire le opinioni politiche del potenziale partner senza indugiare in discorsi troppo elaborati, basta fare attenzione a dove punta gli occhi: se tende a seguire lo sguardo di chi ha di fronte ha più probabilità di essere di sinistra, se non se ne interessa minimamente di destra. Per una ragione semplice: i conservatori sono più individualisti dei liberali, anche nei piccoli gesti. Rasato o barbuto, questione di moda? No, di successo. Gli uomini dal viso perfettamente liscio hanno molte più probabilità di fare carriera. Ma può competere con il fascino della barba incolta?

Si è alla ricerca di una relazione stabile e di figli? Meglio cercare tra gli uomini beta: niente mascelle prominenti, ma largo ai volti sottili, di nuovo, sono anche più comunicativi, tendenti al dialogo e alla socialità. Si teme che il proprio lui possa tramutarsi in uno di quegli uomini da bar, con l’eterno bicchierino in mano? Basta guardare il colore degli occhi, e concentrarsi su quelli scuri. Chi ha occhi marroni infatti, grazie alla melanina, ha meno probabilità di finire sulla strada dell’alcolismo, perché regge meno l’alcol, e quindi beve meno rispetto a quelli con occhi chiari.

Infine passiamo a considerare questioni di sesso. Secondo una ricerca dell’Università di Erciyes, Turchia, gli uomini con più grasso corporeo durano di più a letto, perché sono provvisti di un ormone femminile che rallenta la velocità dell’orgasmo. Infine la prova del nove. C’è un nuovo metodo per capire se l’uomo che si sta puntando è o non è ben attrezzato sotto i pantaloni: niente più distanza da polso a gomito, o lunghezza del piede, bisogna guardare alle dita anulare e indice: più ampia la differenza tra le dita, e meglio provvisto il partner. E basta un’occhiata veloce.

Fonte: Msn