Nel corso di un colloquio di lavoro non sono soltanto i candidati a essere giudicati. Anche chi sta cercando di ottenere un impiego può infatti farsi un’idea di come sarà il potenziale futuro capoufficio. Ecco alcune linee guida per capire con che persona si avrà a che fare e che cosa aspettarsi se si viene assunti.

=> LEGGI le strategie giuste superare un colloquio di lavoro

In un colloquio è infatti possibile prendere in mano la situazione e mettersi a giudicare il possibile nuovo boss. Ci sono alcuni modi per poter comprendere subito chi si ha di fronte e che tipo di leader si potrebbe rivelare. Una prima maniera è stare attenti al modo in cui parla. Alle parole precise che usa, soprattutto in riferimento all’azienda.

Se usa principalmente la parola “io” mentre parla dei successi aziendali, significa che è un individualista e probabilmente si assumerà i meriti anche per il lavoro svolto dai collaboratori; se invece usa il “noi”, significa che ci tiene al gruppo e potrebbe dare risalto ai meriti personali.

Un altro modo per giudicare il potenziale futuro boss è vedere quanto è distratto durante il colloquio; se continua a guardare il Blackberry, a mandare email e messaggi significa che è una persona molto impegnata, ma significa inoltre che difficilmente sarà una persona particolarmente disponibile ad aiutare e prestare attenzione al lavoro svoto dai dipendenti.

=> SCOPRI i limiti che il boss non deve oltrepassare

Meglio fare attenzione poi alle domande più personali che vengono rivolte. Se indaga sugli hobby e passatempi preferiti, può significare che è sinceramente interessato alle capacità e alla personalità del candidato, oppure sta cercando di capire se quest’ultimo ha molti impegni all’infuori del lavoro. Lo stesso vale per le domande ancora più personali sulla vita privata, se avete un partner e dei figli; provate a capire se ve lo chiede solo per sapere quanto tempo le attività famigliari potrebbero “rubare” al lavoro.

=> LEGGI come farsi assumere facendo colpo sul capo

Infine, quando è il candidato a rivolgere delle domande a lui, sull’azienda e sul posto di lavoro offerto, è importante fare attenzione alle sue risposte. Se non riesce a dare una risposta diretta e preferisce mantenersi sul vago, potrebbe non rivelarsi il capo più affidabile e preparato del mondo.

Fonte: Forbes