I cappelli sono accessori fondamentali per ogni outfit che si rispetti, estivo o invernale: completano la figura, possono dare un tocco particolare o ribattere l’eleganza e lo stile delle scelte in abbigliamento, sono anche molto utili – detto tra noi – quando i capelli non sono proprio in ordine e vogliamo apparire comunque impeccabili.

I modelli di cappelli sono veramente un’infinità, tra taglio e materiale, e tanti pezzi sono unici, nati dall’abilità degli artigiani e dei designer del settore: di meno, sono invece, i modelli di tendenza, quei must have portati in passerella dagli stilisti e dai brand più seguiti.

Galleria di immagini: Cappelli, i modelli must have

Vediamo, allora, per questa stagione autunno inverno, i modelli di cappelli che fanno tendenza.

  • Borsalino & co. Il borsalino deve il suo nome all’omonima azienda di abbigliamento di Alessandria,  che ha inventato questo tipo di cappello in feltro e gli ha dato il nome per antonomasia. Per donne e per uomo, il borsalino è intramontabile, ma quest’anno c’è una sua versione che ha preso piede e sta spopolando in maniera trasversale, dal low cost al luxury: il Fedora. Questo modello, proposto da H&M ma anche da Chanel, ha una tesa più morbida e più larga e regala un effetto di elegante nonchalance, perfetto per gli outfit casual.
  • Zuccotto di lana. Il cappello di lana non può mancare in inverno, non solo perché è il miglior modello per tenere al caldo la testa, ma perché quest’anno è tra i più visti sulle passerelle di tutti i brand, dai più sportivi a Gucci. Chanel lo propone in una versione più femminile e morbida che lascia scoperta la fronte e rimane drappeggiata sulla nuca.
  • Basco. Questo copricapo di panno, a forma di disco, senza falde né visiera, in maglia di lana o in feltro, è un accessorio romantico, delizioso, che viene spesso associato allo stile alla francese e indossato ruotandolo di 20°. Gucci lo preferisce sulle sue modelle centrale e un po’ indietro: i colori si coordinano ai vari look senza timore, proponendo il rosso come il beige.
  • Tesa larga. Un tempo appannaggio esclusivo delle dive del cinema, il cappello a tesa larga è stato sdoganato prima dalle fashion blogger e poi dalle sfilate e oggi può far parte del guardaroba di ogni donna che desideri questo accessorio dal grande carattere e dalla presenza ingombrante. Da H&M a Zara, per le fasce di prezzo più accessibili, fino a Chanel, questo cappello in feltro di lana ha conquistato i designer e le donne di tutto il mondo. Particolarissima la versione di Lanvin, che li ha tagliati rendendoli asimmetrici e ricamati preziosamente.