A Hollywood si è tenuta la première del tanto atteso “Cappuccetto rosso sangue”, lanciato come il prossimo “Twilight” per lo stesso background fantasy, la stessa regista e l’attore protagonista che era stato scelto come Edward Cullen insieme a Robert Pattinson. E tanto per confondere le idee, tra gli ospiti del red carpet c’era persino Nikki Reed.

Alla première c’erano praticamente tutti: Amanda Seyfried, 25enne protagonista, Shiloh Fernandez, Gary Oldman che interpreta la parte di un cacciatore di licantropi, la regista Catherine Hardwicke, e persino Nikki Reed si è presa una pausa dalle riprese di “Breaking Dawn” a Vancouver per dare supporto ai suoi amici per l’occasione. Amanda ha dichiarato:

Galleria di immagini: Cappuccetto rosso sangue première

“Ho letto la sceneggiatura: “omicidio mistero e un po’ di sesso, perché no?”. È la nostra versione della storia, non esattamente quella che abbiamo conosciuto da piccoli. È una direzione divertente, per giovani adulti. Tutte le relazioni nel film e il modo in cui comunichiamo sono contemporanee ma è ambientato in un villaggio gotico, medievale, oscuro.”

Sul collegamento con “Twilight”, le stesse montagne di Vancouver, triangoli amorosi e amori folli, è la stessa regista di entrambi a non farne mistero:

“È come se fosse iniziato in quel mondo, con due persone follemente innamorate una dell’altra. Ma poi c’è un omicidio e le cose cambiano completamente. La cosa bella di “Twilight” è che dovevamo essere in questo mondo, ai giorni nostri. Bisognava poter credere che i vampiri potevano davvero apparire nei licei e indossare dei jeans, ma qui abbiamo dovuto creare il nostro mondo di favola.”

A proposito invece del ragazzo di cui la protagonista è innamorata, Shiloh, la Hardwicke è tornata sul confronto tra lui e Robert Pattinson:

“Era arrivato nella lista dei primi quattro per il ruolo di Edward, poi abbiamo fatto le audizioni a casa mia e ovviamente è emerso che Rob e Kristen avevano questa incredibile alchimia. Perciò Shiloh era il secondo, ma ho continuato a tenerlo d’occhio.”

E ora starà agli spettatori decidere se Shiloh, in completo grigio alla première, ha il fascino che milioni di fan attribuiscono a Robert. E se “Cappuccetto rosso sangue” si conquisterà lo stesso delirio che sta accompagnando la saga di “Twilight”.