A ventitré anni ha già alle sue spalle una carriera da top model e ora, dopo il ritiro non ancora definitivo dal mondo delle passerelle, si è lanciata nel cinema. Si tratta della bellissima Cara Delevingne che, nel corso del “London’s Women in the World“, ha rivelato che prima di raggiungere il successo internazionale ha dovuto fare i conti con una forte depressione:

“Ero all’inizio della carriera e non sapevo mai dire di no. Così mi sono ammalata, ho sofferto di psoriasi. Mi sentivo scollegata da me stessa, ma la mia agenzia mi ha spinto solo da un medico che mi ha imbottito di cortisone. In realtà avevo bisogno solo di qualcuno che mi dicesse di fermarmi, ma nessuno l’ha fatto”.

Sono stati momenti veramente difficili quelli affrontati dalla giovanissima attrice, che all’epoca era addirittura arrivata a pensare al suicidio:

Non volevo più vivere. Pensavo di essere completamente sola. Poi mi sono accorta di quanto sia fortunata e di quanto siano meravigliosi la mia famiglia e i miei amici. Prima volevo solo sparire“.

Con coraggio e grande forza di volontà la Delevingne è riuscita, fortunatamente, a riprendere in mano la sua vita, grazie anche al supporto di una sua collega più matura, Kate Moss:

“Mi sentivo come se non fossi brava abbastanza, come se stessi vivendo il sogno di qualcun altro. Kate Moss mi ha salvato, ha fatto un passo indietro e mi ha sollevato da terra, in un momento terribile”.

Da allora le due sono diventate grandi amiche, tanto che la supermodella inglese continua ad appoggiare la giovane collega in ogni suo progetto, che riguardi la moda o il cinema. Adesso Cara è definitivamente fuori dal tunnel della depressione e, facendo tesoro della brutta esperienza passata, non può che lanciare un messaggio a chi ne sta soffrendo ancora:

“La depressione non è qualcosa di cui vergognarsi. Ricorda che non sei solo. E nonostante tutto, ama e accetta i tuoi difetti. Sono le imperfezioni a renderci speciali“.