Poco più di un mese fa Cara Delevingne aveva annunciato la sua bisessualità, confermando la sua chiacchierata relazione con la musicista Annie Clark, meglio conosciuta come St. Vincent. La notizia ovviamente è rimbalzata su tutti i giornali e i siti di gossip fino Vogue che pare abbia messo in dubbio la sessualità della modella e attrice – con tanto di sondaggio – in quanto la sua bisessualità potrebbe essere solamente una fase.

Nell’articolo, lo scrittore Rob Haskell avrebbe suggerito che l’orientamento della Delevingne non fosse permanente spiegando che i genitori della modella credono che la sua attrazione sulle donne sia solamente una “fase”. Nonostante la top model – e ora attrice a tempo pieno – abbia trovato il fatto “lusinghiero” e “senza malizie” ha comunque dichiarato in una nuova intervista al New York Times: “la mia sessualità non è una fase. Io sono quello che sono”.

L’intervista con il magazine, oltretutto, è stata la prima in cui ha parlato della sua bisessualità e della sua relazione con St. Vincent: “penso che essere innamorata della mia ragazza sia una grande parte della ragione per cui in questo periodo mi sento felice con me stessa“ ha dichiarato “ci è voluto molto tempo per accettare l’idea, fino a quando mi sono innamorata di una donna a 20 anni e capì che dovevo accettarlo”.

Ma a quanto pare non è la prima volta in cui la sessualità della modella è stata messa in dubbio: lo stesso infatti è accaduta lo scorso anno quando era ancora in corso la piccola “romance” con l’attrice Michelle Williams. In un’intervista con il Telegraph, intitolata “A letto con Cara Delevingne”, la stessa ha infatti dichiarato “Penso che le persone non dovrebbero aver paura (della mia sessualità). Sono giovane, mi diverto, non voglio far finta di essere qualcosa che non sono”. E dei gossip? “Non mi interessa granché. La gente può dire quello che vuole, ma io mi sto divertendo. So cosa fanno i ragazzi della mia età. Credo che sarebbe una bugia fingere di non divertirmi”.